Dal 16/6 la 7ma edizione del Sassuolo Musica Festival


Dal 16 giugno al 23 luglio torna il Sassuolo Musica Festival, l’importante rassegna musicale, diretta da Beatrice Bianco giunta alla sua 7ma edizione e che si svolge ancora una volta nel cortile del Palazzo Ducale di Sassuolo.

Il fiore all’occhiello della rassegna sarà senza dubbio la riproposizione de ‘L’Arlesiana’ (dramma lirico in tre atti) libretto di Leopoldo Marengo, musica di Francesco Cilea, per la regia di Vittorio Sgarbi.

‘L’Arlesiana’, che aprirà il festival, verrà presentata nelle serate di venerdì 16, domenica 18, mercoledì 21 e venerdì 23 giugno alle 21.15, per poi replicare a Bologna, in 2 spettacoli al Teatro delle Celebrazioni il 27 e 29 giugno. Orchestra della Fondazione Arturo Toscanini nuovo allestimento di Sassuolo Musica Festival. Per le scenografie saranno utilizzati dipinti di Van Gogh.




Il 5 luglio (21.15) sarà la volta del ‘Tajj String Quartet’ (quartetto d’archi): quattro artiste bosniache di Novi Sad che proprio a Sassuolo proporranno una delle tre tappe italiane del loro tour internazionale. (Aleksandra Kremar – I violin;
Jovanka Letic – II violin; Jelena Bulatovic – viola;
Timea Kalmar – violoncello)


L’aria dell’Andalusia aprirà le due serate dedicate al balletto e sarà l’assoluta protagonista domenica 9 luglio con un sorprendente spettacolo di flamenco classico con la compagnia EVA YERBABUENA.


Il balletto contemporaneo sarà invece protagonista della serata di mercoledì 19 luglio, con la compagnia newyorkese ‘Complexions contemporary ballet’.


Domenica 23 luglio il concerto sinfonico ‘I 3 mondi’ di Luciano Bettarini, autore di opere teatrali, musica sinfonica da camera nonchè pianista e direttore d’orchestra, da poco scomparso. Concerto per 12 violini, 12 ottoni e 12 strumenti a percussione con voce recitante.


Seguiranno altri tre spettacoli: ‘Aretusa’ del grande Ottorino Respighi, ‘La notte e l’anima e la notte mistica’ e ‘Fantasia Di Pinocchio’ entrambi di Alessandro Casagrande.
Tutti i concerti di questa serata saranno curati dall’Orchestra Italiana, già protagonista lo scorso anno con la ‘Missa solemnis pro pace’ di Alfredo Casella.


E’ ancora da definire, invece, la data dell’originale concerto del gruppo’ Cento giovani cinesi’, diretto da Zhang Jiemin.