Reggio Emilia: torna mercoledì ‘A scuola con gusto’


Far crescere i bambini con una buona e sana alimentazione che si coniuga con il gusto per il cibo e il cibo anche come esplorazione del territorio, è la filosofia che sta alla base dell’iniziativa ‘A scuola con gusto‘, iniziata tre anni fa e rivolta ai
bambini dei nidi, materne ed elementari.

Promotori: Servizio educazione e formazione del Comune di Reggio Emilia, in collaborazione con Provincia, AUSL, istituzioni scolastiche e CIR (cooperativa italiana ristorazione).

Il menù che viene proposto ai bambini – non nella ‘mensa’, ma nella ‘sala da
pranzo’ – si basa su alcuni presupposti quali un’alimentazione varia e appropriata, in linea con i principi di una sana alimentazione, dove tuttavia sia importante anche la gradevolezza delle proposte; e ancora la presenza di alimenti biologici e a denominazione tipica e il valore educativo del pranzare insieme a scuola.

Il progetto di educazione alimentare e alla cultura del gusto si arricchisce quest’anno di alcune giornate speciali dedicate a piatti tipici regionali e/o etniche, rivolte in particolare agli studenti delle scuole primarie.
Il cibo quindi anche come approccio e opportunità per conoscere altri sapori e quindi altre culture e tradizioni.

La geografia culinaria di questo inverno ha già portato i bambini a viaggiare tra le Regioni dell’Emilia Romagna, Lombardia e Trentino.
Mercoledì 18 gennaio si esplorano, attraverso il palato, le regioni Liguria e Toscana. In particolare i sapori delle trenette al sugo di noci, braciola di maiale al rosmarino, fagioli all’uccelletto e pane senza sale.
Il 15 febbraio saranno Sardegna e Sicilia le Regioni protagoniste. Nel menù figurano: malloreddus della fattora, pesce al forno con olive e capperi, gelato
all’arancia con frutta e pane carasau.