Bottiglie manomesse nel reggiano


L’Arpa di Reggio Emilia ha trovato tracce di ammoniaca in una bottiglia di acqua minerale e il Pm Giampiero Nascimbeni ha aperto un’inchiesta su questo ennesimo caso.

Ora si terrà un vertice in Procura per coordinare gli interventi, mentre già sono partiti controlli sul lotto di bottiglie dal quale proveniva quella contaminata.

L’acqua (una confezione da sei) era stata acquistata il 25 novembre da un pensionato di Casina, sull’Appennino reggiano, in un supermercato della zona. Lunedì l’uomo, bevendo, si è accorto che l’acqua era maleodorante e ha subito avvertito i carabinieri, che hanno fatto intervenire il servizio di igiene pubblica della Usl.