Modena: ancora automobilisti dal piede pesante




Il poco invidiabile primato del guidatore più spericolato “beccato” nel mese di luglio sulle strade modenesi spetta ad un motociclista che in tangenziale ha fermato l’autovelox della Polizia Municipale alla rispettabile velocità di 211 chilometri orari.

Per quanto riguarda le quattro ruote, una pattuglia ha fermato, sempre in tangenziale, una Mercedes che procedeva a 187 chilometri orari. Da segnalare anche i 121 chilometri orari, immortalati su fotografia con data e ora, del conducente di un’Audi in via Contrada.

Questi i casi più eclatanti evidenziati nel corso del lavoro svolto dalle pattuglie della Polizia Municipale nell’ambito del progetto sicurezza stradale nel mese appena trascorso. 762 sono state le infrazioni registrate per superamento dei limiti di velocità.

In 12 casi è stata ritirata la patente di guida, oltre alla segnalazione al centro nazionale per la decurtazione dei punti sulla stessa, in quanto i conducenti viaggiavano a velocità superiori di oltre 40 chilometri orari rispetto ai limiti imposti.

Sono stati effettuati anche controlli notturni, sempre con l’ausilio di autovelox, che hanno portato all’elevazione di 31 sanzioni e in otto casi è stata ritirato il permesso di guida.

Infine sono stati effettuati controlli con apposite strumentazioni per rilevare i passaggi con il semaforo rosso: 56 i veicoli individuati mentre attraversavano incroci nonostante la segnalazione semaforica lo impedisse.



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013