Natale: sotto l’albero 700 miliardi di regali


Secondo un’indagine dell’Osservatorio dei consumi del Telefono Blu, sotto i circa 11 milioni di alberi, la grande famiglia delle tante regioni italiane ha voluto fare sul serio anche se farà qualche sacrificio per altre cose come per i viaggi ad esempio.


Fra vigilia, Natale e Santo Stefano per fare gli auguri sono partite 150 milioni di telefonate con cellulari e 200 milioni da fisso. Per quanto riguarda la moda-mania degli auguri via sms si calcola che siano circa 150 milioni i messaggini inviati. Un record + 10% rispetto lo scorso anno.

I sette milioni di possessori di email hanno inviato invece mediamente qualcosa come 100 milioni di buone feste digitali. Le cartoline e i biglietti augurali sono stati invece al di sotto dei 100 milioni (circa 70 milioni di previsione) superati per la prima volta dal sistema elettronico.

E veniamo ai regali. Sotto gli 11 milioni di abeti, di cui metà “plastificati”, i bambini hanno trovato oltre 700 miliardi di regali, di cui il 60% Hi tech con un aumento del 20% rispetto alla tradizione.. Cellulari, pc, giochi elettronici, registratori cd, capi firmati, ecc: Babbo Natale ha lasciato mediamente tre pacchi a bambino anche se la spesa media è stata di oltre 110.000 lire( 10% rispetto lo scordo anno) .

Per la solidarietà sono invece arrivati quasi 300 miliardi. Ma sotto l’albero Santa Claus ha voluto lasciare anche regali per lui e per lei (vestiti,profumi cravatte, foulard, ma anche tanta biancheria intima, qualcosa come oltre 5500 miliardi(vestiti indumenti circa 4000).

E come hanno passato il Natale gli italiani? La risposta quest’anno è stata più che mai legata alla tradizione: tutti severamente in famiglia. Solo 1/ 8 era lontano da casa. Uno su 4in montagna e in città d’arte, piu’ di 2/4 dai parenti solo l’8% all’estero.

“Cenone magro” secondo la tradizione a base soprattutto di pesce ,ma grande exploit a Natale con una spesa di oltre 140.000 a famiglia, piu’ tacchino, pollo, faraona, oca, ma ancora pesce, poca carne, tanta frutta e verdura anche esotica. Fiumi di vino e spumanti ,per un totale fra cena e pranzo di oltre 3500 miliardi. Poi ci sono i fiori che immancabili hanno ricordato a lui e lei , il loro matrimonio, il loro primo incontro, il loro amore. Fra fiori (vanno tantissimo le rose blu e le tradizionali rosse ) e piante(soprattutto stelle di Natale) ben 15 milioni hanno voluto non mancare con una spesa di oltre 50 miliardi. Follie anche per i regali da cucina fatti fra nuora e suocere oltre 700 miliardi.

Ai riti cristiani hanno partecipato in tanti: 1 su 3 a quello della mezzanotte ( in calo visto il gelo) ,1 su 2 il giorno di Natale e 1 su 3 alla televisione(anziani gente che non poteva muoversi). Per quanto riguarda gli abeti le famiglie che utilizzano di piu’ sono nel Nord ed il presepe maggiormente nel Sud. Nelle famiglie gli abeti sono maggiormente presenti dei presepi. Circa il 50% degli italiani li associa .