Interessa molte aziende del Comprensorio lo sciopero dei lavoratori della logistica

È in corso in queste ore uno sciopero generale dei lavoratori delle aziende che si occupano di logistica, autotrasporto e distribuzione di merci. Nello sciopero iniziato oggi e che terminerà domani sono coinvolti anche i corrieri che gestiscono le spedizioni. L’agitazione è stata indetta dai sindacati di settore Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti per chiedere il rinnovo del contratto nazionale, scaduto da 22 mesi e per protestare contro le richieste delle associazioni dei datori di lavoro, che secondo il sindacato, vogliono ridurre “i diritti acquisiti, i salari e le attuali tutele su indennità di trasferta, quattordicesima e ferie”. L’agitazine riguarda anche molte aziende Sassolesi.

Nelle diverse realtà aziendali in tutte le Provincie della regione si sono registrate percentuali di adesione allo sciopero che vanno dal 70 fino a punte del 90 e 100% a dimostrazione di quanto sia sentito dai lavoratori del settore il bisogno di un rinnovo contrattuale che riconosca finalmente ai lavoratori un aumento salariale adeguato e condizioni di lavoro dignitose insieme ad una tutela dell’occupazione che negli appalti significa finalmente una clausola sociale realmente esigibile.

Nella giornata di domani, terza giornata di sciopero e mobilitazione, nei diversi territori si stanno già organizzando nuovi presidi e cortei con l’obiettivo di rilanciare e rafforzare le richieste sindacali presentate e discusse al tavolo nazionale.

Il 2 e 3 novembre toccherà poi ai portuali.