» Politica - Reggio Emilia - Sociale

Il PDL di Albinea in merito al problema “alcol e minori”

L’uso e l’abuso di sostanze alcoliche risulta essere uno dei problemi più gravi affrontati socialmente al giorno d’oggi , sia per le conseguenze sulla salute che per le conseguenze sulla pubblica sicurezza (si pensi ai reati e agli incidenti stradali causati dall’abuso di tali sostanze).

Riteniamo sia compito anche delle pubbliche amministrazioni periferiche contrastare tale fenomeno, il quale in momenti di crisi economica risulta acutizzato, e sensibilizzare la propria cittadinanza circa le conseguenze derivanti dall’abuso di alcol e dell’uso durante la guida di veicoli; ancora maggiore importanza assume tale compito se si considera la necessità e l’importanza di contrastare l’abuso alcolico presso i giovani e giovanissimi, i quali negli ultimi anni si sono avvicinati pericolosamente a tali sostanze, senza piena coscienza dei rischi e delle conseguenze.

Nella comunità albinetana tale problema non solo è sentito ma è anche spesso vissuto in considerazione della presenza di diversi esercizi pubblici (bar – ristoranti – birrerie), notturni e non, frequentati spesso anche da giovani e giovanissimi, ove la somministrazione di sostanze alcoliche, anche se a bassa gradazione, avviene sempre più frequentemente.

Nel periodo estivo in particolare tale somministrazione avviene anche presso esercizi commerciali diversi (alimentari / supermercati / fiere / sagre etc).

Ad oggi l’amministrazione albinetana non si è mai attivata per sensibilizzare la comunità, per questo motivo il PDL di Albinea ha presentato una mozione che impegni la giunta a studiare un progetto rivolto a sensibilizzare i cittadini e soprattutto i giovani e giovanissimi circa i danni derivanti dall’abuso di alcol e dalla guida sotto l’effetto di alcol , mediante incontri , convegni , forum , opuscoli ed altro , anche presso le scuole del territorio e che impegni soprattutto il Sindaco ad adottare ordinanza con la quale porre il divieto dal 01.05.2012 al 31.10.2012 di somministrazione, vendita, cessione anche a titolo gratuito, di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione anche ai minori di anni 16 , in luogo pubblico o soggetto ad uso pubblico , negli esercizi commerciali, nei pubblici esercizi e nelle attività artigianali con vendita di beni alimentari di produzione propria, nei circoli o associazioni private con somministrazione di alimenti e bevande ai soci, nonché prevedere adeguata sanzione in caso di violazione.

Il gruppo di maggioranza ha respinto la nostra mozione, condividendo l’idea del progetto, ma senza la volontà di adottare ordinanza per il periodo estivo in quanto “mancherebbe la contingenza”.

Ma occorre sempre attendere un fatto grave all’interno della comunità per adottare provvedimenti? Il compito di un bravo amministratore non dovrebbe essere quello della prevenzione? C’è paura da parte dell’amministrazione di scontentare i commercianti del territorio?

A nostro avviso la contingenza la si riscontra quotidianamente, basti pensare che nel sondaggio promosso l’estate scorsa dalla stessa amministrazione una grande percentuale di ragazzi giovani ha dichiarato di trascorrere le serate in compagnia di amici bevendo alcolici nei locali.

A livello nazionale nel 2008 hanno dichiarato di aver bevuto almeno una bevanda alcolica il 19,7% dei ragazzi e il 15,3% delle ragazze sotto i sedici anni. Nella fascia 16-20 anni invece, hanno consumato alcolici il 69,6% dei ragazzi e il 53,6% delle ragazze. Tra gli 11-18 anni, la bevanda prevalente è il vino tra i maschi (46,1%) e la birra (45,3%) tra le ragazze.

L’ordinanza, seppur limitata al periodo estivo, sarebbe stata sicuramente il primo segnale deciso volto a contrastare il problema e in questi mesi con calma si sarebbe potuto studiare il progetto da avviare magari contestualmente alla riaperture delle scuole.

(GRUPPO CONSILIARE PDL ALBINEA: Carrara Alessandro, Ganapini Davide, Marmiroli Giovanni)

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Google Plus
  • OkNotizie
  • Segnalo
  • Pinterest
  • Add to favorites
  • Email
  • Print



Linea Radio Multimedia srl • P.Iva 02556210363 • Cap.Soc. 10.329,12 i.v. • Reg.Imprese Modena Nr.02556210363 • Rea Nr.311810
Tutti i loghi e marchi contenuti in questo sito sono dei rispettivi proprietari.
Sassuolo2000.itReg. Trib. di Modena il 30/08/2001 al nr. 1599 - ROC 7892 • Direttore responsabile Fabrizio Gherardi
Il nostro news-network: Sassuolo 2000 - Modena 2000 - Bologna 2000 - Reggio 2000 - Carpi 2000 - SassuoloOnLine - Appennino notizie
© 2014 · RSS PAGINA SASSUOLO · RSS ·
• 162 query in 2,200 secondi •