Mobilità: Reggio Emilia si confronta con le città di Brighton, Ulm e Bocholt



Reggio Emilia si confronta con le altre comunità locali europee per migliorare la mobilità e il trasporto pubblico. E’ questo l’obiettivo del progetto europeo MMOVE di cui il Comune di Reggio è capofila, e che vede i servizi del nostro territorio impegnati in queste settimane in un confronto per visionare le buone pratiche della città inglese di Brighton e delle città tedesche di Ulm e Bocholt. Un’opportunità per il nostro territorio di studiare i buoni esempi in materia di trasporto pubblico, pianificazione dei percorsi, di collegamento con le fasce periferiche del territorio e di servizio serale.

MMOVE è finanziato nell’ambito del Programma INTERREG IV, è un progetto europeo dalla durata di 3 anni (novembre 2008-ottobre 2011) che coinvolge 11 partners appartenenti a 8 Stati membri dell’Unione europea, con lo scopo di promuovere uno scambio di buone prassi nel campo della mobilità sostenibile per città europee di piccola-media grandezza (50-250,000 abitanti).

La congestione del traffico e l’inquinamento gravano su molte città europee, e MMOVE nasce con l’intento di trovare nuove soluzioni a questi problemi e aumentare la consapevolezza tra i decisori politici dell’importanza di sostenere una mobilità sostenibile.

Gli 11 partners aderenti al progetto sono: il Comune di Reggio Emilia (capofila), la Regione Marche, la Città di Ulm (Germania), il Consiglio comunale di Girona (Spagna), il Comune di Varberg (Svezia), la Città di Mölndal (Svezia), il Comune di Kavala (Grecia), l’Azienda municipale per gli studi, la costruzione e lo sviluppo urbano di Volos (Grecia), il Consiglio comunale di Brighton & Hove (Regno Unito), il Comune di Razlog (Bulgaria) e l’Agenzia Metropolitana per lo Sviluppo di Brasov (Romania).

La cooperazione tra differenti città europee con simili caratteristiche e problemi è il metodo scelto da MMOVE per raggiungere i propri obiettivi. Attraverso l’analisi di buone prassi, visite studio e studi di fattibilità, i cui risultati confluiranno in raccomandazioni rivolte ai decisori politici e condivise con tutte le città dell’Unione europea in cerca di buone prassi in questo ambito, i partners coinvolti potranno scambiarsi conoscenze ed esperienze.

GLI INCONTRI PREVISTI

Nelle prossime due settimane sono in programma tre study visit, la prima a Brighton in Inghilterra, il 15 e 16 giugno, a cui si aggiungeranno dei meetings relativi al coordinamento del progetto, dove saranno presenti Elisia Nardini del servizio Politiche per la Mobilità del Comune di Reggio Emilia, Selini Hadjidimitriou di Icoor, Serena Foracchia, Pamela Volta e Nubia A. Tagliaferro di Reggio nel Mondo.

La seconda study visit è prevista per il 29 e 30 giugno a Ulm, in Germania e saranno presenti l’assessore alla Mobilità Paolo Gandolfi, il dirigente al servizio politiche per la mobilità Alessandro Meggiato, Elisia Nardini e Stefano Morlini dell’ufficio ricerca e sviluppo tecnologie per la mobilità di Act, l’1 e il 2 luglio è prevista la study visit a Bocholt in Germania a cui sarà presente Elisia Nardini.

Le study visit sono finanziate dal progetto europeo e hanno come obiettivo quello di verificare la trasferibilità da territorio a territorio delle buone pratiche sulla mobilità. Le delegazioni si confronteranno a Brighton su uno speciale partenariato pubblico-privato sul trasporto pubblico e su una campagna relativa alla possibilità di pianificare i propri percorsi attraverso un sito web, a Ulm su speciali collegamenti nelle zone periferiche e meno servite dal trasporto pubblico tradizionale, sulle politiche legate ai trasporti pubblici anche negli orari notturni, fine settimana e integrazione taxi-servizio pubblico, a Bocholt invece sui progetti di promozione della mobilità ciclo-pedonale.

E’ online il sito di MMOVE, Mobility Management oVer Europe: Changing Mobility Patterns, all’indirizzo Mmove, consultandolo sarà possibile approfondire la conoscenza del progetto ed essere aggiornati sulle sue attività, , i risultati attesi e gli eventi passati e futuri, così come conoscere il materiale di comunicazione e tutti gli articoli usciti sulle attività del progetto. Ad ogni partner è dedicata una sezione nella quale sono elencate le proprie caratteristiche urbane, le proprie scelte in campo di mobilità sostenibile, i propri personali obiettivi, i maggiori problemi a cui si cerca soluzione attraverso MMOVE e le proprie migliori prassi di mobilità sostenibile presentate agli altri partners. Per informazioni sul progetto MMOVE è possibile contattare Nubia A. Tagliaferro a Reggio nel Mondo 0522.541739 o consultare il sito Reggio nel Mondo.