Dal mese di aprile Piazza Grande, il giornale dei senza fissa dimora bolognesi, esce in una veste completamente rinnovata. Sedici pagine a colori, con un nuovo progetto grafico e la presenza di pubblicità. Ci saranno nuove rubriche, alcune inedite (ecologia in collaborazione con il blog www.sottobosco.info, sport, cinema e teatro sociale, narrativa) e soprattutto collaborazioni con firme del giornalismo bolognese e della letteratura. Sin da questo numero sono presenti contributi di Simona Vinci, Carlo Lucarelli, Gianluca Morozzi, Simone Sabattini, Marco Guidi, Paolo Billi. Altri si aggiungeranno nel corso dei prossimi mesi.

Ogni numero un tema di approfondimento. Quello di aprile parla di LAVORO con interventi di don Giovanni Nicolini, Bruno Pizzica e un’inchiesta su un particolare aspetto delle nuove povertà: i lavoratori dei dormitori, disoccupati, persone in cerca di lavoro che hanno il dormitorio come un’unica alternativa alla vita di strada. Simone Jacca ha poi intervistato il commissario Anna Maria Cancellieri sul modello di welfare bolognese: “L’organizzazione del welfare (a Bologna, ndr), volendo usare un termine molto in voga, è in assoluto una delle più avanzate d’Italia – racconta Cancellieri a Piazza Grande – Lo era nei decenni passati, e non ci sono motivi per pensare che non lo sia ancora. Anzi, molte città, non solo italiane, utilizzano il modello bolognese per gestire e programmare i loro servizi sociali. Tuttavia è evidente che attualmente non tutti i bisogni sono effettivamente coperti”. Il numero di maggio sarà dedicato invece al tema della SALUTE.

“L’obiettivo di questo restyling, che riguarda non solo la grafica ma anche i contenuti del giornale – spiega il direttore editoriale Leonardo Tancredi –, è allargare il pubblico dei lettori e rendere meglio fruibile la comunicazione dei temi che caratterizzano l’esperienza editoriale di Piazza Grande e di cui comunque il giornale continuerà ad occuparsi. L’impegno della redazione resta quello di raccontare le forme di esclusione sociale a Bologna con un occhio attento alla complessità che questo fenomeno ha assunto oggi”.

Da aprile su ogni numero di Piazza Grande verranno presentati due profili (con foto) degli oltre trenta diffusori di Piazza Grande, per facilitare l’incontro tra chi vende il giornale e chi lo compra, Ogni mese inoltre saranno presenti la rubrica “Cercolavoro”, che interessa in particolare le persone che vivono nei dormitori, e le migliori offerte delle biciclette usate in vendita nel laboratorio Bicicentro di Piazza Grande (via Libia 69). Fra le nuove rubriche c’è anche “Non parlate all’autista”, scritta dal conducente Atc Donato Ungaro, che offrirà ogni mese il punto di vista di chi ogni giorno attraversa la città.

Le foto di Piazza Grande da questo numero sono realizzate in collaborazione con il laboratorio fotografico del giornale on line d’informazione sociale www.bandieragialla.it, animato da Vittorio Valentini, che ha anche realizzato la foto di copertina del numero di aprile. Il progetto grafico è stato ideato da Fabio Bolognini in collaborazione con Exploit. Mentre l’agenzia bolognese di servizi editoriali Agenda, corrispondente per l’Emilia-Romagna dell’agenzia di stampa Redattore Sociale, ha collaborato alla realizzazione del nuovo progetto editoriale che prevede anche la presenza di pubblicità. Per questo Piazza Grande ringrazia Coop Costruzioni e Manutencoop che sono presenti sul giornale con il loro marchio.



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013