venerdì, 21 Giugno 2024
13 C
Comune di Sassuolo
HomeAmbienteI bambini di Gualtieri hanno piantato gli alberi del futuro parco pubblico...





I bambini di Gualtieri hanno piantato gli alberi del futuro parco pubblico cittadino

Se ne prenderanno cura insieme ad ANFFAS e al gruppo di volontari gualtieresi “Piantiamo un Albero”

“Il progetto che ci è stato proposto da Bacchi, in collaborazione con Natù, lo abbiamo fatto nostro perché non c’è niente di più bello che la collaborazione con la scuola e le associazioni, per fare rete, per aiutarsi reciprocamente; i bambini hanno il compito di mettere a dimora le piante e le associazioni di prendersene cura, esattamente come un nuovo giorno, come ogni bambino che nasce e ogni pianta che cresce”.

Ha esordito con queste parole, davanti ai bambini e ai ragazzi dell’Istituto primario I.C. di Gualtieri, l’assessore all’Ambiente Eleonora Maestri che questa mattina ha partecipato all’iniziativa “Un albero per il futuro”, un’esperienza unica di educazione ambientale per gli studenti della scuola primaria diventati protagonisti attivi di un progetto educativo ambientale e di inclusione sociale.

Circa 50 gli studenti, accompagnati dai loro insegnanti e coordinati dal dirigente scolastico Andrea Tedeschi, che si sono ritrovati in via Cimitero per piantumare alberi di diverse scelte tra quelle autoctone – gelsi, cornioli, carpini, aceri campestri e mirabolani – e creare un futuro parco pubblico cittadino.

“Le essenze piantumate potranno crescere rigogliose in un ambiente a loro consono, contribuire così a rendere l’area urbana più verde ed ossigenata e rendere migliore il nostro paese” ha sottolineato il sindaco di Gualtieri Renzo Bergamini, che ha partecipato all’iniziativa insieme all’assessore a Cultura, associazionismo, volontariato, pari opportunità Mattea Gialdini e all’assessore alle Attività produttive, commerciali, agricole, promozione del territorio, turismo, Marcello Stecco.

La mattinata era iniziata con la proiezione di alcuni video educativi sulla natura, sulla sostenibilità e sull’importanza della biodiversità. Successivamente, armati di guantoni e badili, e seguiti dal personale specializzato di Natù e Bacchi S.p.A., gli studenti si sono divertiti a imparare a piantare gli alberi del futuro parco pubblico cittadino.

L’area, trasformata in parco pubblico, è stata identificata dal Comune di Gualtieri e preparata per le attività di piantumazione da Bacchi S.p.A., mentre la disposizione delle piante è stata studiata da Lorenzo Davoli dell’Ufficio tecnico comunale, per favorire anche la futura cura degli alberi, cui collaboreranno l’associazione nazionale famiglie di persone con disabilità intellettiva e/o relazionale (ANFFAS), e il gruppo di volontari gualtieresi “Piantiamo un Albero”.

“Ringraziamo l’amministrazione comunale di Gualteri, in particolare l’assessore all’Ambiente Eleonora Maestri per il pieno coinvolgimento di Anffas Guastalla APS in questa bellissima iniziativa – ha commentato la presidente dell’associazione Caterina Rocca –  Anffas, associazione di familiari con persone con disabilità, si occuperà della “cura della diversità”; la natura ci insegna che è solo così che le prossime generazioni avranno un futuro: il rispetto della biodiversità, la cura della natura sono stimoli che riteniamo essenziali da fornire fin da piccolissimi ai nostri bambini. Imparare a prendersi cura oggi di un piccolo germoglio, per prendersi cura della propria comunità in futuro”.

L’iniziativa rientra nel progetto “Un albero per il futuro” sostenuto per il Comune di Gualtieri da Bacchi S.p.A. e sviluppato da Natù, una giovane e dinamica start-up italiana, specializzata nel campo dell’ESG (Ambiente, Società e Governance), che promuove la diffusione della cultura ambientale e la riforestazione di aree urbane.

“Ogni volta che una cava di sabbia viene dismessa è fondamentale che l’area venga riqualificata e rinaturata, affinché possa diventare un fulcro di biodiversità. Per questo, la nostra azienda ben prima di iniziare le attività di estrazione progetta la futura vita della cava e ne sottopone l’approvazione alle autorità locali (Comune e Provincia) – ha spiegato Claudio Bacchi, direttore generale di Bacchi S.p.A. – così, una volta terminate le attività estrattive, provvediamo alla sistemazione degli argini, realizza le zone di acque basse e acque alte e, soprattutto, pianta ogni volta, a seconda delle aree, centinaia o migliaia alberi. In questo modo, restituiamo alla Comunità ambienti in grado di favorire la biodiversità e la simbiosi uomo-ambiente.

“Siamo orgogliosi di aver reso possibile questo bel progetto e, soprattutto, di averlo fatto insieme ai bambini di Gualtieri. È stato fantastico vedere l’impegno ed il coinvolgimento dei bambini stessi e della comunità, a partire dall’amministrazione comunale per passare alle associazioni locali e al personale scolastico – ha commentato Leonardo Bacchi Operations sustainability manager di Bacchi S.p.A. – Noi continueremo a sostenere Natù e la rigenerazione dell’ambiente, sperando che questo genere di iniziative di collaborazione tra aziende e comunità, a favore dell’ambiente e della consapevolezza del nostro ruolo, diventi presto la normalità”.

 

















Ultime notizie