domenica, 21 Aprile 2024
13 C
Comune di Sassuolo
HomeAppennino ModeneseLama Mocogno, donato un ecografo agli ambulatori medici





Lama Mocogno, donato un ecografo agli ambulatori medici

Un ecografo nuovo per gli Ambulatori medici di Lama Mocogno: il dono della Ditta TMP è stato consegnato ieri sera presso la sede aziendale, nel capoluogo comunale, alla presenza della proprietà, del sindaco Giovanni Battista Pasini, del dottor Massimo Brunetti, Direttore del distretto sanitario di Pavullo nel Frignano, della dottoressa Claudia Iacconi, referente Ausl distrettuale per la promozione della salute, e dei medici di medicina generale, dottori Andrea Balbarini e Kevin Capitano.

«L’offerta di un ecografo agli Ambulatori medici, aderendo ad una proposta formulata dall’Amministrazione comunale, dimostra ancora una volta la sensibilità e l’attenzione alle esigenze del territorio della ditta TMP di Lama Mocogno, che ringrazio sentitamente – commenta il sindaco Giovanni Battista Pasini – . Questa attrezzatura consente di potenziare il servizio ambulatoriale locale, nel quale operano i dottori Andrea Balbarini e Kevin Capitano, che da luglio sono medici convenzionati a Lama Mocogno e hanno dato vita ad una forma di medicina di gruppo che sta dando ottimi risultati all’assistenza sanitaria, fortemente apprezzata dai cittadini dopo le trascorse difficoltà legate alla carenza di medici di base».

L’assistenza sanitaria dice molto della qualità di vita su un territorio e, in un’ottica di sussidiarietà e di partecipazione, è significativa la capacità di Azienda USL, Amministrazione comunale, associazionismo e imprese di coordinarsi – nel reciproco rispetto dei ruoli e delle competenze – per favorire lo sviluppo della montagna. La donazione dell’ecografo da parte di TMP va così a sommarsi a quella di un elettrocardiografo, fatta dall’Associazione Volontari Pubblica Assistenza lo scorso dicembre.

«In questo periodo in cui la sanità ha sofferto e sta soffrendo in termini di organico e di risorse, interventi di tale natura vanno a rafforzare un servizio ancor più prezioso – chiosa Pasini – . Al netto di ciò, rimane imprescindibile la difesa della sanità pubblica, che deve essere salvaguardata e potenziata ad ogni livello»

 
















Ultime notizie