martedì, 16 Aprile 2024
13 C
Comune di Sassuolo
HomeAmbienteSicurezza idrogeologica: lavori in corso a Formigine





Sicurezza idrogeologica: lavori in corso a Formigine

Interventi strategici sul Torrente Fossa a Magreta e sul fiume Secchia

Proseguono i lavori di messa in sicurezza dei corsi d’acqua sul territorio comunale di Formigine. Gli interventi, realizzati dall’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile, riguardano il torrente Fossa a Magreta e il fiume Secchia a Colombarone.

Nello specifico, sul torrente Fossa, in corrispondenza con l’abitato di Magreta, proseguono i lavori di ripristino delle difese spondali. Per rispondere alle necessità del contesto urbano, il progetto prevede la realizzazione di un muro rivestito in pietra, in continuità con quanto già fatto precedentemente. I lavori, iniziati in dicembre, si concluderanno entro la primavera. L’intervento ha un costo di 450mila euro.

Sul fiume Secchia, invece, le operazioni, iniziate a fine 2023 e di una durata di circa 6 mesi, si concentrano sulla risagomatura dell’alveo e il ripristino delle difese spondali con opere in masso ciclopico sciolto. Questi interventi riguardano specifici tratti interessati da fenomeni erosivi significativi, derivanti dall’impatto della corrente sulle sponde. La sponda, anziché essere ripristinata verticalmente, sarà realizzata con una pendenza più dolce, agevolando il flusso naturale dell’acqua. I lavori, realizzati al confine tra il Comune di Formigine e il Comune di Sassuolo, porteranno alla riapertura della pista ciclabile che da Colombarone arriva a Sassuolo, chiusa da diversi anni a causa per motivi di sicurezza legati al corso dell’acqua. Il costo totale dell’intervento è di 1 milione e 100mila euro.

Dichiara l’Assessore all’ambiente Giulia Bosi: “La sicurezza dei corsi d’acqua, come evidenziato anche dalle emergenze meteorologiche dello scorso anno, è una priorità imprescindibile. Investire nella manutenzione degli argini e delle difese spondali è un pilastro fondamentale per proteggere le nostre comunità da potenziali inondazioni e pericoli. Grazie all’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile, ente attuatore dei lavori, per questi interventi vitali per la sicurezza pubblica”.
















Ultime notizie