domenica, 21 Luglio 2024
13 C
Comune di Sassuolo
HomeBolognaEmergenza migranti, incontro con il ministro Piantedosi: dichiarazione del sindaco Lepore





Emergenza migranti, incontro con il ministro Piantedosi: dichiarazione del sindaco Lepore

“Nell’incontro di oggi con il ministro Piantedosi abbiamo ribadito alcune delle questioni per noi fondamentali in questa fase per la gestione dell’emergenza migranti, a partire da quella sanitaria. Ci è stata confermata la volontà di firmare a breve l’accordo per attivare l’hub minori. Per quanto riguarda poi lo scenario complessivo dell’emergenza, il ministro si confronterà con Anci e in quella sede valuteremo le proposte in vista di un prossimo ulteriore decreto in materia.

Per quanto riguarda la richiesta di agenti che abbiamo avanzato, registro la risposta del Ministro come un primo importante passo, ma allo stesso tempo chiedo che nella legge di stabilità ci siano risorse per nuove assunzioni, perché al momento non sono sufficienti e servono risorse anche per l’abitare, perché senza queste facilitazioni le giovani reclute non rimangono nelle grandi città e chiedono il trasferimento.
Abbiamo presentato negli scorsi giorni un progetto ai sindacati di polizia e anche al Ministro, su questo chiediamo di andare avanti insieme.

Rimane aperto anche il tema di un maggior impegno in Bolognina, per far fronte alla criticità che stiamo denunciando e sulle quali come Comune, per quanto di competenza, stiamo intervenendo. Anche su questo ci aspettiamo risposte, che spero possano arrivare già nel prossimo comitato per l’ordine pubblico. Siamo a disposizione per lavorare assieme.
Non è stato oggetto della discussione di oggi, ma abbiamo appreso in queste ore del decreto del Ministero dell’Interno pubblicato oggi in Gazzetta ufficiale che prevede una garanzia finanziaria di quasi 5 mila euro che dovrà essere versata dal richiedente asilo che non vuole essere trattenuto in un Centro fino all’esito dell’esame del suo ricorso contro il rigetto della domanda. Una misura che reputo preoccupante con risvolti inquietanti, sul quale chiediamo al Ministro un chiarimento. Di certo i delinquenti di soldi non sono sprovvisti, mentre la povera gente rischia di subire una sorte ancora peggiore”.

 

















Ultime notizie