giovedì, 22 Febbraio 2024
13 C
Comune di Sassuolo
HomeBassa reggianaSabato 9 settembre a Boretto, una tappa del tour “PFM 1972-2023”




Sabato 9 settembre a Boretto, una tappa del tour “PFM 1972-2023”

PFM (foto Orazio Truglio)

L’album “THE EVENT – Live in Lugano” vede la partecipazione di due special guest: Matteo Mancuso, indiscussa star della chitarra e Luca Zabbini, leader dei Barock Project, all’organo hammond, tastiere e voce. Un’ora e mezza di musica che ripercorre la carriera della prog band italiana più famosa al mondo, da “Storia di un minuto”, album dell’esordio discografico nel 1972, a “Ho sognato pecore elettriche”, ultimo disco di inediti uscito nel 2021, che ha riscosso un grande successo di pubblico e di critica. L’album è disponibile in versione cd, doppio LP e disponibile sulle piattaforme streaming e in digital download.

Tracklist di “THE EVENT – Live in Lugano”: 1) Mondi Paralleli; 2) Il respiro del tempo; 3) Transumanza jam; 4) Impressioni di Settembre; 5) Il banchetto; 6) La carrozza di Hans; 7) Photos of ghost; 8) Quartiere 8; 9) Cyber alpha; 10) Harlequin; 11) La danza dei cavalieri S. Prokofev – inclusi Il potere dell’amore e Gli amanti di Verona; 12) Mr 9 till 5; 13) Violin jam; 14) Ouverture William Tell G. Rossini; 15) Celebration; 16) Impressioni di Settembre -reprise.

PFM – Premiata Forneria Marconi ha uno stile unico e inconfondibile che combina la potenza espressiva della musica rock, progressive e classica in un’unica entità affascinante. Nata nel 1970 (discograficamente nel 1972), la band ha guadagnato rapidamente un posto di rilievo sulla scena internazionale, che mantiene tutt’oggi. Nel 2016 la prestigiosa rivista inglese “Classic Rock” UK ha posizionato PFM – Premiata Forneria Marconi al 50esimo posto tra i 100 migliori artisti più importanti del mondo, mentre “Rolling Stone” UK ha inserito l’album Photos of ghost” al 19esimo posto tra i dischi più importanti della musica progressive. Nel 2018 ha ricevuto a Londra il prestigioso riconoscimento come “International Band of the year” ai Prog Music Awards UK, mentre nel 2019 la rivista inglese “PROG UK” nomina Franz Di Cioccio tra le 100 icone della “musica che hanno cambiato il nostro mondo (unico musicista del mondo latino).
















Ultime notizie