mercoledì, 12 Giugno 2024
13 C
Comune di Sassuolo
HomeAppennino ModeneseIeri a Pavullo Commemorazione del Carabiniere Ausiliario Nicola Campanile





Ieri a Pavullo Commemorazione del Carabiniere Ausiliario Nicola Campanile

Nel pomeriggio di ieri, il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Modena, Colonnello Antonio Caterino e il Sindaco del Comune di Pavullo nel Frignano Dott. Davide Venturelli, hanno scoperto una targa e deposto un omaggio floreale alla memoria del Carabiniere Ausiliario Nicola Campanile, deceduto a Siena il 1° giugno 1990.

Nato a Pavullo nel Frignano il 21 marzo 1966, il giovane Nicola – all’età di 23 anni, durante gli studi di Giurisprudenza – decise di svolgere il suo servizio di leva nell’Arma dei Carabinieri, talché – dopo il periodo di formazione – venne destinato alla Stazione Carabinieri di Siena. Il 1° giugno 1990, mentre si trovava in servizio di pattuglia, all’atto di un controllo di polizia, venne fatto oggetto di colpi di arma da fuoco da parte di un pregiudicato che voleva garantirsi la fuga; insieme a lui, venne attinto mortalmente il collega e padre di famiglia, Carabiniere Scelto Mario Forziero.

In quei tragici momenti, Nicola, mostrando un indiscusso senso di altruismo e conservando lucidità, benché ferito, decise di far salire sulla prima ambulanza disponibile il suo collega Mario, nel tentativo generoso di salvargli la vita.  L’eroico gesto, purtroppo, non fu sufficiente, atteso che anche Mario, così come Nicola, morì poco dopo in ospedale a causa delle gravissime ferite riportate.

Per quel gesto gli fu tributata Medaglia d’Oro al Valor Civile alla memoria, con la seguente motivazione: «Componente pattuglia automontata, mentre si apprestava, insieme ad un collega, all’identificazione del conducente di un motociclo, veniva fatto segno di un’improvvisa azione di fuoco. Benché gravemente ferito, cercava di reagire con l’arma in dotazione ma, nel disperato tentativo di inseguire il malvivente, si accasciava al suolo. Splendido esempio di giovane vita immolata con grande ardimento e altissimo senso del dovere.

Siena, 1º giugno 1990»

La benedizione della targa commemorativa è stata impartita dal Cappellano Militare della Legione Carabinieri Emilia Romagna Don Giuseppe Grigolon.

 

















Ultime notizie