lunedì, 30 Gennaio 2023
23.7 C
Comune di Sassuolo
HomeCronacaUfficio mobile di Polizia locale nelle frazioni formiginesi




Ufficio mobile di Polizia locale nelle frazioni formiginesi

Sarà anche l’occasione per far conoscere lo sportello “Non da soli”

Novità al Comando della Polizia locale di Formigine. S’inaugura a fine gennaio l’ “ufficio mobile”, un progetto di polizia di prossimità richiesto dai cittadini delle frazioni.

Così al mattino, la Comandante Susanna Beltrami, insieme ad alcuni agenti, si recheranno il 30 gennaio a Colombaro (davanti al forno), il 9 febbraio a Magreta (di fronte alla chiesa), il 16 febbraio a Casinalbo (nei pressi del mercato) e il 20 febbraio a Corlo.

“Saremo a disposizione delle persone che vorranno segnalarci eventuali problematiche quotidiane, proporre migliorie o anche semplicemente avere un confronto con noi – afferma Beltrami – Del resto, la Polizia locale ha come priorità quella di essere al fianco dei cittadini”.

Sarà questa l’occasione anche per far conoscere a più persone lo sportello “Non da soli”, nato nel 2019 per supportare le vittime di reato sul territorio comunale, ma che da due mesi ha ampliato le fattispecie per le quali i cittadini potranno chiedere un contributo economico: sono stati infatti introdotti aiuti per i furti di biciclette e i furti in auto.

Presso l’Ufficio amministrativo della Polizia locale, attivo nella sede di via Unità d’Italia 24, è dunque possibile richiedere contributi per riparazioni di danni materiali arrecati all’abitazione (porta ingresso, portafinestra, finestra) o a sue pertinenze, a seguito di effrazioni per furto o tentato furto; sostituzione della serratura e rifacimento delle chiavi; duplicazione di documenti personali rubati (carta d’identità, patente di guida, passaporto, permesso/carta di soggiorno, codice fiscale); riparazioni di danni materiali arrecati all’autoveicolo, a seguito di tentativo di furto dello stesso o di oggetti presenti all’interno; acquisto di una bicicletta nuova.

È necessario presentare allo sportello la domanda di contributo, corredata della denuncia sporta alle Forze dell’Ordine, nonché la documentazione relativa alle spese sostenute.

“All’inizio di febbraio – continua Beltrami – incontrerò anche il volontariato partner delle azioni di Polizia, ovvero: Volontari della Sicurezza, controllo di vicinato, GEV ed Ispettori ambientali. Anche la loro attività nei quartieri e nei parchi è importantissima per contrastare episodi di disordine, o addirittura dissuadere furti. Anche a queste persone, solo se dotate di divisa e corretto tesserino di riconoscimento, il cittadini si può rivolgere per segnalare problematiche che minano la propria serenità e la quieta convivenza civile”.

“Nel nostro programma di governo – conclude il Sindaco Maria Costi – abbiamo colto la richiesta di frazioni e quartieri di essere protagonisti del processo decisionale e dell’azione amministrativa. Lo strumento che utilizziamo affinché questo avvenga è rappresentato in primis dai consigli di frazione, ma l’ufficio mobile della Polizia locale aggiunge un importante tassello a questo processo partecipativo”.

Print Friendly, PDF & Email















Ultime notizie