“Gli effetti del naufragio del cosiddetto campo largo, l’alleanza tra PD  e M5S, dopo la caduta del governo Draghi, sta generando ripercussioni anche a livello locale. L’oggetto del contendere è la bretella autostradale Campogalliano – Sassuolo, la cui realizzazione è attesa da tutto il distretto ceramico da più di 30 anni. Ricordiamo che questo settore è un’eccellenza a livello mondiale, un sistema produttivo che fattura 5,5 miliardi di euro all’anno, con 20mila addetti, 80% di prodotto esportato e 7,4% di investimenti in innovazione tecnologica sul fatturato.

Ormai da molti anni viene annunciata come imminente l’apertura dei cantieri per la realizzazione dell’opera, che è bene ribadire è stata sempre osteggiata dalle amministrazioni di centrosinistra che da 70 anni gestiscono ininterrottamente la regione e lo scontro tra 5 stelle e PD dimostra quale sia la loro vera natura: a parole a favore delle imprese, nei fatti seguaci di un ambientalismo ideologizzato.

Gli imprenditori ceramici hanno dimostrato una grande forza di resilienza superando brillantemente la crisi del 2008 e poi le battute d’arresto del covid; ora  stanno affrontando la sfida probabilmente più impegnativa di sempre, causata dal caro energia e dalla carenza delle materie prime.

Ribadiamo che oltre alle misure urgenti prese dal governo uscente, serve un intervento strutturale sul costo del gas ed il sistema ETS.

C’è una grande fame di made in italy nel mondo, che rischia di essere bloccata dalla concorrenza sleale di paesi asiatici, in cui la regolamentazione sulla produzione è pressoché inesistente.

Il centrodestra che risulterà vincitore alle prossime elezioni  dimostrerà nei fatti di essere a favore delle famiglie, del lavoro, delle imprese e della libera economia, sbloccando nel più breve tempo possibile tutte le grandi opere, come lo è la bretella”.

(Sen. Enrico Aimi – Capogruppo FI commissione esteri e Cons. Davide Capezzera – Capogruppo Forza Italia Sassuolo)



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013