Una giornata che ha messo faccia a faccia talenti e mondo del lavoro dando l’opportunità ai giovani di incontrare aziende importanti del territorio e ricevere strumenti di orientamento e formazione. Dopo il saluto del Sindaco Gianfrancesco Menani, l’assessore Alessandra Borghi è intervenuto l’Ing. Franco Stefani, System Ceramics, partendo dalla sua personale esperienza professionale e di vita, ha ricordato l’importanza delle competenze di un professionistaapacità tecniche, conoscenza, atteggiamenti e caratteristiche personali da acquisire con lo studio e l’esperienza. Enrica Gibellini, responsabile Area Education e Formazione di Confindustria Ceramica ha fatto un focus sulle competenze richieste dalle aziende nel settore ceramico.

“Oggi si cercano figure tecniche e professionali nei settori della chimica, informatica, manifattura, manutenzione degli impianti, logistica del prodotto e programmazione, oltre a figure multidisciplinari in grado di coordinare processi industriali sempre più complessi. Sono ancora tante le imprese ceramiche che hanno difficoltà a trovare personale nell’ambito della manutenzione come elettromeccanici, elettrotecnici e tecnici specializzati nel fine linea. Per questo Confindustria Ceramica propone alle scuole di ogni ordine e grado e fino all’Università, anche percorsi di formazione così come Master e Dottorati per rendere i giovani più consapevoli delle realtà attive sul nostro territorio”. Grande interesse ha riscosso l’intervento di Armando Meletti, general manager di Esmalglass Itaca Group, ha presentato il Gruppo Altadia, multinazionale spagnola che opera nel settore dei colorifici ceramici a livello mondiale, che ha ricordato l’importanza delle skills trasversali e la conoscenza delle lingue straniere mentre Enrico Tombesi, Dirigente di G-Lab  di Fondazione Golinelli ha spiegato l’importanza del lifelong learning, cioè l’apprendimento che ognuno di noi compie lungo tutto l’arco della sua vita.per acquisire sempre nuove conoscenze e di nuove competenze e abilità utili nel mondo del lavoro. Emanuela Comastri, Partner & Business Coach di Cespim, Società di Ricerca del Personale e la sua equipe hanno invece evidenziato l’importanza di imparare a personalizzare in modo efficace le proprie strategie di ricerca del lavoro per aumentare le chance e strategie da mettere in campo per raggiungere i vostri obiettivi professionali.

Francesca Rivi, co-fondatrice di Roteglia 1848, ha presentato la startup fondata con altri quattro giovani, di età dai 30 ai 40 anni, eredi  dell’antico Opificio liquori Roteglia, attività artigianale che, dal 1848, produce il Sassolino e il Nocino, liquori simbolo di Sassuolo, e impegnati nella  produzione di liquori come il Sassovo. Giuseppe Boschini, responsabile operativo della Fondazione Its Maker e Ormes Corradini, Presidente di Its Maker, l’Istituto Superiore di Meccanica, Meccatronica, Motoristica e Packaging Emilia Romagna  hanno invece centrato l’attenzione sulle opportunità del digitale. “Oggi, in maniera trasversale, il settore industriale ha  bisogno di figure ICT, tecnici in grado di gestire in digitale impianti automatizzati complessi in settori come la meccatronica, moda, alimentare, ceramica, packaging”.



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013