I due nuovi vinili rosso e blu del progetto Sonda del Centro musica del Comune di Modena

I Gaznevada con “Nevadagaz” si abbinano agli Overlogic con “Pick, click, shit” nel vinile blu, mentre i Giorgio Canali & Rossofuoco con “Rotolacampo” si affiancano agli Mmk con “I dinosauri” nel disco rosso. Sono l’undicesimo e il dodicesimo dei 45 giri della collana “Sonda Club”, promossa nell’ambito del progetto Sonda sviluppato dal Centro musica del Comune di Modena e finanziato dalla Regione Emilia-Romagna. Si dà così seguito, a due anni di distanza dalla pubblicazione della precedente accoppiata, a un’iniziativa che porta alla luce sia la musica di giovani autori emiliano-romagnoli sia pezzi di artisti affermati che decidono di sposare il progetto, condividendo quindi lo stesso disco. Per i nuovi vinili la formula è invariata: un nome noto del panorama musicale del territorio (sul lato A), un solista o una band, ascolta i lavori di diversi iscritti al progetto Sonda e sceglie un giovane “collega” che incide un brano sul lato B.

I big che hanno deciso di sposare “Sonda Club” quest’anno sono appunto Gaznevada e Giorgio Canali & Rossofuoco, due progetti che nel proprio ambito artistico hanno scritto importanti pagine della storia della musica italiana. I Gaznevada hanno messo a disposizione “Nevadagaz”, brano apparso per la prima volta nella musicassetta del 1979 “Gaznevada”, poi inserito nel primo 45 giri della band bolognese. Giorgio Canali & Rossofuoco, invece, ha offerto “Rotolacampo”, brano apparso nell’album “Venti” del 2020. Canali era presente nell’ultimo album dei Cccp Fedeli alla linea “Epica etica etnica pathos”; è stato nei Csi e Pgr, oltre a una carriera da solista.

I musicisti esordienti di quest’anno sono gli Overlogic, di cui i Gaznevada (e in particolare Ciro Pagano) hanno selezionato il brano “Pick, click, shit” e Mmk, voluti da Canali con “I dinosauri”. Il primo è un brano di musica elettronica che ricorda la new wave anni Ottanta, con un incedere che si contorce tra una voce quasi robotica e un tessuto sonoro fatto di lampi al silicio. Il secondo, invece, è un brano rock che non lascia scampo: un testo in italiano gira vorticosamente raccontando la verità sui dinosauri e sul nostro futuro, mentre la musica sembra una carica di cavalleria di napoleonica memoria.

Come sempre i singoli “Sonda Club” sono in una tiratura limitata di 300 copie e sono disponibili gratuitamente al Centro Musica 71 Music hub di via Morandi 71, tel. 059 2034810, info anche sul sito (www.musicplus.it) o su Facebook (www.facebook.com/centromusicamo).

 

CON “SONDA” PUBBLICATI 12 DISCHI COLORATI

I Gaznevada e gli Overlogic e i Giorgio Canali & Rossofuoco e i Mmk sono le nuove accoppiate, caratterizzate quest’anno da dischi di colore rosso e blu, della collana “Sonda Club”, il progetto sviluppato da Centro musica del Comune di Modena e finanziato dalla Regione Emilia-Romagna che quest’anno arriva a 12 dischi pubblicati.

Nelle pubblicazioni degli anni passati “Sonda Club” ha ospitato nomi importanti come Paolo Belli feat. Trio Medusa con i New Colour, i Giardini di Mirò remixati da Teho Teardo con i Kisses from Mars, gli Skiantos feat. Claudio Lolli con Nicholas Merzi e i Confusional quartet con i feat. Esserelà, Mara Redegheri assieme a La Metralli e il rapper Murubutu col giovane Messia, Alice a fare il paio con Moriel, la giovane Maru assieme a Lo Stato sociale. Due anni fa sui vinili oro e verde avevano trovato spazio Massimo Zamboni (ex chitarrista dei Cccp Fedeli alla linea e Csi) e Arianna Poli e i Modena City Ramblers a braccetto con Matteo Polonara & Mataara trio.

Sonda è un’iniziativa nata per sostenere la creatività in ambito musicale. Il progetto, che oggi conta quasi mille iscritti, accompagna i “nuovi” artisti che siano disponibili a sottoporre i loro lavori alla valutazione e al giudizio di professionisti del settore, a un’etichetta, un’impresa di management o un promoter, fornendo loro supporto e consulenze, oltre alla possibilità di suonare nei maggiori club, festival ed eventi in regione. Per iscriversi, gratuitamente, a Sonda è sufficiente risiedere in Emilia Romagna e proporre un repertorio originale. Gli artisti interessati devono inviare al Centro musica (centro.musica@comune.modena.it) due brani originali, una scheda biografica e i contatti. Il materiale sarà attribuito a uno dei valutatori di Sonda che invia un primo riscontro all’artista; questi, se vorrà, potrà applicare i consigli ricevuti e spedire nuovamente il materiale.

Le opportunità offerte dal progetto Sonda comprendono anche gli open day, incontri diretti con i valutatori che si svolgono due volte all’anno al Centro musica; occasioni di formazione finalizzate alla produzione musicale e all’esibizione dal vivo; promozione attraverso il magazine online Musicplus.it, i canali social del Centro musica con le interviste della serie SondainOnda, gli showcase della serie SondaCase e il podcast SondaHeart; le produzioni e le occasioni per esibirsi live nei club partner a fianco di grandi artisti italiani e stranieri.

 

GLI ARTISTI SI “RACCONTANO” NEL PODCAST

Dalla prima uscita, dedicata all’artista Carati, fino alla più recente, incentrata su Aster, sono 35 le puntate di “SondaHearth”, il podcast, realizzato dal Centro musica del Comune di Modena, all’interno delle attività del progetto Sonda.

Ha preso il via a novembre 2020 e prosegue a buon ritmo il progetto finalizzato a dare voce agli artisti iscritti a Sonda, affiancando con questo mezzo le “chiacchierate” che vengono raccolte anche sul canale YouTube del Centro musica: il podcast, infatti, permettere di espandere i temi che gli stessi musicisti affrontano nelle video-interviste. “SondaHeart”, quindi, vuole rappresentare un mezzo promozionale e “un’opportunità per gli artisti per raccontarsi, per dimostrare al mondo che la propria musica merita di essere ascoltata, vissuta, amata o odiata”, spiegano i promotori dell’iniziativa. Dentro agli appuntamenti del podcast c’è di tutto, “da come nasce una canzone – continuano – a chi è la persona che ascolta in anteprima il brano nato durante la notte appena trascorsa, fino a dove si possono comprare i detersivi con forti sconti (è successo anche questo) o la tremarella un secondo prima di salire su un palco”.

Gli artisti presenti al momento su “SondaHeart” sono, in ordine cronologico, Carati, Cesare Augusto Giorgini, James Meadow, Prim, Bruno Mari, Jay Marchini, Royalty Instrumentality Project, Dava Calafato, Moriel, 90s Maze, Le Zampe di Zoe, La Para, Vero, Latin Soul, Ognibene, Particles, Ibrido, Leuna, Masetti, Phi Legacy, La Malcostume, Giargo In Arte, Iosonomoka, Oyku, Garda 1990, Florilegio, Na Isna, Maciste, Dirupators, Peter Piper, Matteo Malacarne, I Trillici, Hack Out trio, Miglio e Aster.

“SondaHeart” è distribuito sulle principali piattaforme online: Spotify, Apple Podcast, Spreaker, Amazon Music, Deezer e Google Podcast.



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013