Per la celebrazione della Giornata della Memoria il Comune di Guastalla, l’ISTORECO  e la sezione ANPI di Guastalla, hanno organizzato un calendario ricco di eventi  rivolti sia alla cittadinanza che agli istituti scolastici.

Il programma si svolge già dall’inizio settimana, lunedì 24 febbraio, con vari incontri presso la Biblioteca Frattini con le classi quarte della scuola primaria: attraverso una conversazione con Antonella Panini di ARSVentuno e con l’ausilio della lettura di fiabe, poesie, e video gli alunni verranno accompagnati alla comprensione dell’importanza della consapevolezza del ricordo e della memoria, personali e collettivi. Nel contempo, i giovanissimi alunni potranno visitare e prendersi cura delle pietre d’inciampo presenti nella città.

Il giorno 27 gennaio si svolgerà un incontro con classi della media dell’Istituto Comprensivo F. Gonzaga riguardante il racconto di un fatto realmente accaduto a Guastalla nel 1944: un gruppo di cittadini, con uno strattagemma ben congegnato, hanno salvato dalla deportazione nei campi di concentramento 4 donne della famiglia ebrea Coen. Un evento da tramandare e far rivivere nella memoria collettiva della città.

Presso l’Istituto di Istruzione superiore B. Russell verrà presentato e proiettato il Film Documentario “1938 DIVERSI” di Giorgio Treves, sul tema delle leggi razziali, delle conseguenze che tali leggi comportarono  per la popolazione, ebraica e non solo, e sulla forte presenza del razzismo nel regime fascista.

Il programma prosegue con  iniziative dedicate alla cittadinanza: il 27 gennaio alle ore 21, presso la sala dell’Antico Portico avrà luogo “La Shoah attraverso le parole di Primo Levi”, comprendente una conversazione con Gino Ruozzi e letture di Fiorello Tagliavini.

Sabato 29 gennaio si svolgerà un percorso guidato con visita al Ghetto ed alla Sinagoga di Guastalla. Al termine del percorso verrà proiettato presso la Sala dell’Antico Portico un video dedicato alle pietre d’’inciampo guastallesi, che verrà reso disponibile anche on line e sui canali social.

 

Anche le scuole dell’infanzia celebrano la giornata della memoria.

Ecco le iniziative che i servizi 0-6 anni stanno proponendo all’interno delle sezioni e quelle che si terranno il giorno 27 gennaio, alle quali parteciperà anche Matteo Artoni, Vice Sindaco con deleghe al Welfare, Scuola e Politiche Giovanili.

NIDO IRIDE

Nelle varie sezioni si faranno alcune proposte di letture e proiezioni di libri tematici, differenziate in base alle età delle bambine e dei bambini. Nelle sezioni dei più piccoli ci saranno esperienze relative al concetto di memoria e ricordo, attraverso le immagini di settembre, quando i bambini hanno iniziato la frequenza al nido ed erano più piccoli. Memoria individuale e collettiva per acquisire consapevolezza e come ponte per il futuro.

Alcune sezioni faranno, con bambine e bambini, un vero e proprio intreccio di fili davanti alla rete del cancello d’ingresso, proprio a significare gli intrecci umani che si uniscono grazie alle diversità dentro ad un sistema, ad una collettività come il nido, creando un’installazione unica a più mani. Fili che evocano le recinzioni con il filo spinato, ma che assumono un significato completamente differente e scardinano simbolicamente il concetto di dolore, trauma, chiusura per sottolineare e rendere visibili i concetti di unione, relazioni, connessioni. Concetti sostenuti, anche, dall’utilizzo di fili colorati che richiamano emozioni positive e bellezza umana.

Come documentazione di queste esperienze, educatrici e pedagogista hanno pensato di fare un piccolo video che narri i gesti, gli sguardi e le parole delle bambine e dei bambini durante l’intreccio e i momenti delle mattinate nelle sezioni.

In particolare, Nella mattinata del 27 gennaio:

Visita e pulizia della pietra d’inciampo in via Cavallo che i bambini hanno “adottato” lo scorso anno.

 

SCUOLA COMUNALE DELL’INFANZIA ARCOBALENO

Nelle sezioni saranno proiettata le fotografie scattate nei campi di concentramento di Auschwitz-Birkenau. La proiezione delle foto vuole essere uno stimolo all’interpretazione, al dialogo e alla condivisione di emozioni, sentimenti e immaginari che evocano nelle bambini e nei bambini. Spunti per riflettere e parlare con loro di tematiche importanti, significative e forti. Perchè con i bambini possiamo parlare di tutto, trovando la modalità appropriata e dando senso alle esperienze.

Come documentazione di queste esperienze sarà realizzato un video con gli audio dei bambini per rendere visibile il confronto e il dialogo durante le proiezioni.

Letture di libri nuovi inerenti questa Giornata per accompagnare il tema attraverso la narrazione, sempre molto importante nella scuola dell’infanzia e abitata quotidianamente con i gruppi sezione.

Nella mattinata del 27 gennaio:

In tutte le sezioni, verrà proiettato il video complessivo delle esperienze di interpretazione delle foto proiettate precedentemente. Altra occasione, questa, per sostare e soffermarsi rivedendo e riascoltando le elaborazioni di tutti i bambini della scuola.

Visita e pulizia delle pietre d’inciampo “adottate” lo scorso anno.>



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013