“Insieme per la legalità, si vince’: questo il titolo del concorso che il Comune di Casalgrande ha organizzato, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo di Casalgrande, con il patrocinio di Avviso Pubblico, avente l’obiettivo di promuovere – nell’ambito dell’insegnamento – i principi della legalità e dell’educazione civica. L’iniziativa sarà illustrata sabato 22 gennaio nel Teatro De Andrè a seguito della consegna degli attestati conclusivi dell’iniziativa ‘A Scuola scopro il bello di Casalgrande’ (circa ore 16 – 16.30).

Protagonisti del progetto sono gli alunni della scuola primaria classi quinte del comune di Casalgrande: a loro è stato consegnato un testo ad hoc sulla legalità, su cui le singole classi avranno tempo di lavorare sia con i genitori che con gli insegnanti e tra di loro. Entro il 28 febbraio verranno quindi prodotti degli elaborati (scritti, ma anche artistici) sui temi affrontati: i migliori saranno premiati il 21 marzo, giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. L’iniziativa ha il patrocinio di Avviso Pubblico, l’associazione dei comuni che lotta contro la corruzione e l’infiltrazione della criminalità organizzata.

“La legalità ed il rispetto delle regole – commenta il presidente del Consiglio Marco Cassinadri – sono temi che richiedono un lavoro attento e di squadra, del territorio e sul territorio. Un impegno da parte di tutti, nessuno escluso. La legalità ha bisogno di ogni comunità per dare forza, per rilanciare tutto il percorso compiuto sino ad oggi, per ridare speranza e coraggio alla nostra gente. Auspichiamo che questo progetto, che vede protagonisti gli alunni di quinta della primaria, possa pian piano coinvolgere nella riflessione anche le famiglie. Lo stimolo che viene dalla favola potrà essere elaborato anche a casa, non solo in classe, con l’obiettivo di diffondere maggiormente concetti a valori fondamentali per la convivenza civile, come la necessità di impegnarsi per la legalità e il rispetto delle regole. Attraverso gli elaborati – conclude Cassinadri – avremo anche la possibilità di valutare il feedback dei bambini su questi temi, aiutandoli nel percorso di insegnamento dell’educazione civica e ricevendo in cambio un punto di vista sicuramente originale, quello dei più piccoli, fin qui poco indagato”.

“Ringrazio il corpo docenti – spiega l’assessore alla scuola Laura Farina – per aver sostenuto e condiviso fin dall’inizio questo percorso. Tutta l’amministrazione condivide l’importanza del progetto, che punta a valorizzare gli atteggiamenti corretti per una migliore convivenza civile e per il rispetto del bene comune”.

“L’iniziativa – conclude l’assessore alla cultura Alessia Roncarati – è stata possibile grazie al contributo ricevuto per la partecipazione del Comune al bando regionale ‘Misure a sostegno della cultura della legalità e della cittadinanza responsabile’, le cui risorse hanno permesso di acquistare e distribuire gratuitamente ai partecipanti le copie del libro ‘La mafia spiegata ai bambini – L’invasione degli scarafaggi’. Sono stati distribuiti vari libri sulla legalità in accordo con le insegnanti anche a ciascun studente delle classi terze secondarie di primo grado dell’Istituto Comprensivo di Casalgrande, testi la cui lettura avverrà in classe. Tutte queste iniziative si inseriscono nel palinsesto delle azioni per la cultura della legalità iniziato nel 2021 e che ha visto ospiti a Casalgrande personalità di riferimento per il tema della lotta alle mafie come Giovanni Impastato, fratello di Peppino Impastato; lo scrittore e studioso dei fenomeni mafiosi Nando Dalla Chiesa; il sostituto procuratore della Dda di Napoli Paolo Itri”.

 



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013