La prima interrogazione discussa nel corso del Consiglio Comunale di ieri sera era a firma di Claudia Severi, consigliere di Forza Italia, avente ad oggetto “Danni da maltempo e allagamenti del 6 Giugno”.

“Premesso che il 6 giugno 2021 la città di Sassuolo è stata colpita da un nubifragio con le caratteristiche d’intensità e temporalità oggi sempre più spesso identificate come bombe d’acqua, ovvero precipitazioni intense capaci di scaricare in pochi minuti quantità di pioggia solitamente rilevabili in periodi di settimane o di mesi; chiede al Sindaco e alla Giugno comunale di conoscere: quali siano le maggiori criticità riscontrate nel nubifragio del 6 giugno scorso, e le aree del territorio comunale maggiormente colpite; se tali criticità abbiano precedenti negli ultimi anni anche in termini di aree della città maggiormente colpite in occasione di eventi meteorici intensi; a quanto ammontino i danni provocati dal nubifragio del 6 giugno 2021; quanti e quali enti siano coinvolti nella gestione della rete fognaria, di scolo e idraulica nella quale si sono verificate tali criticità; se concordi con la necessità di attuare, alla luce degli ultimi eventi, di una ricognizione sullo stato della rete fognaria, di scolo ed idraulica del territorio comunale e, in caso affermativo, se e come intenda procedere unitamente agli organismi e agli enti proprietari della rete o deputati alla gestione; se e quali azioni intenda porre in essere, unitamente a tali enti, al fine di prevenire il ripetersi di simili problematiche”.

 

Ha risposto il Sindaco Gian Francesco Menani.

“Hera ha in carico reti e impianti per la gestione delle acque meteoriche e dal 2020 anche la raccolta delle acque superficiali, a seguito di apposito accordo integrativo alla convenzione del servizio idrico integrato per il bacino di affidamento di Modena sottoscritto con l’Agenzia Territoriale per i Servizi Idrici e i Rifiuti. Tale servizio è quindi regolato da apposito disciplinare tecnico quadro che individua nella competenza del gestore del Servizio Idrico Integrato i collettori di acque meteoriche classificati come fognature bianche, gli allacciamenti alla rete in suolo pubblico, reti pluviali e impianti facenti parte del sistema sino al corpo idrico recettore.

Il fortissimo temporale (bomba d’acqua) del 6 giugno ha evidenziato alcune criticità sulle quali Hera si è prontamente attivata assieme al Comune di Sassuolo. In particolare, le situazioni più critiche hanno riguardato la zona di via Peschiera, via Monzambano e via Pia. Durante l’evento i tecnici reperibili di Hera, insieme al Sindaco, sono intervenuti sul posto supportando, anche mediante mezzo autoespurgo, le abitazioni allagate. Da subito sono poi iniziate le attività di verifica sul sistema fognario, in data 14 giugno 2021, sempre insieme al Sindaco, sono stati svolti sopralluoghi presso le aree private, e in data 21 giugno 2021, Hera ha incontrato l’amministrazione comunale di Sassuolo per un aggiornamento sull’esito delle analisi fatte sulla rete fognaria che serve la zona e concordato le prime azioni.

La prima soluzione adottata è già stata messa in campo realizzando nuove aperture di captazione per le acque piovane (bocche di lupo). Contemporaneamente proseguono gli studi di fattibilità delle altre soluzioni atte a migliorare ulteriormente il deflusso delle acque meteoriche.

Hera, insieme all’Amministrazione Comunale, mantiene comunque alta l’attenzione sull’intero sistema di drenaggio urbano, anche attraverso le attività di manutenzione programmata come la pulizia delle caditoie e griglie stradali. Si ricorda infine che per le segnalazioni dei cittadini è sempre attivo il numero verde del Pronto Intervento Acqua 800.713.900”.

 



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013