L’Unione Tresinaro Secchia ha partecipato al bando 2020 della Regione Emilia Romagna sullo “smartworking” con lo scopo di veicolare la cultura del lavoro “agile” tra i dipendenti dei comuni aderenti che ricordiamo essere Baiso, Casalgrande, Castellarano, Rubiera, Scandiano e Viano.

Nello svolgere il progetto, il Servizio Informativo Associato dell’Unione, capitanato dal dott. Cristian Manfredini (foto), è stata coadiuvata dal partner tecnologico Errevi System srl che ha curato la progettazione degli interventi formativi e degli aspetti di innovazione tecnologica.

L’aspetto innovativo risiede nell’utilizzo, da parte dei gruppi pilota, di metodologie del mondo “agile” diverse dai modelli di sviluppo tradizionali, con un approccio meno strutturato e piu’ focalizzato sull’obiettivo di consegnare al “cliente”, in tempi brevi e frequentemente,  servizi  funzionanti e di qualità.

La sperimentazione sta nel verificare come le suddette metodologie si applicano anche allo Smart working:  non si parla piu’ solo di “lavoro agile” ma di “metodologie agili” (inglese agile software development)

Regione ER, che già prima della pandemia, aveva proposto esperienze rivolte allo smartwoking ha pubblicato il bando successivamente alla prima fase dell’emergenza sanitaria del 2020.

La proposta di Unione Tresinaro Secchia è stata rivolta al miglioramento della struttura di comunicazione digitale e a potenziare l’organizzazione e la formazione, per gestire al meglio le complessità del periodo emergenziale.

Il progetto ha avuto come scopo principale quello di supportare i settori dell’Unione dei Comuni (con attenzione anche al personale educativo delle scuole dell’infanzia) con nuove piattaforme di condivisione di documenti, progetti e videochiamata.

Responsabili e dirigenti dei diversi settori sono stati coinvolti in fase di progettazione degli interventi formativi: in particolare, nella formazione organizzativa, si è anche avviato un progetto pilota per alcuni teams di lavoro che si sono resi disponibili a sperimentare tecniche e metodi innovativi.

Tre, in dettaglio, i teams del comparto dell’Unione Tresinaro Secchia ( composto da 7 enti – Unione e i 6 Comuni- per un totale di 550 dipendenti) sono stati tra i primi ad aver fatto esperienza della cosiddetta metodologia detta “Agile”, con metodi come Kanban e Scrum,  ad oggi principalmente diffusi  in Aziende di produzione e in ambienti di sviluppo Software.

La sperimentazione di queste metodologie ha l’obiettivo di migliorare l’organizzazione, i tempi, i modi, la gestione delle risorse che gli uffici comunali hanno a disposizione al fine di erogare servizi al cittadino sempre più efficienti.

“La scommessa è quella di trasformare l’esperienza fatta in Servizi innovativi dei nostri Enti in un Modello di lavoro innovativo diffuso e di divulgarlo rapidamente ad altre strutture dei Comuni dell’Unione Tresinaro Secchia” commenta il Presidente Matteo Nasciuti

“Progetto realizzato mediante cofinanziamento della Regione Emilia-Romagna”



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013