Sono ancora al vaglio dei Carabinieri di Reggiolo le ragioni che hanno indotto sette cinesi irregolari a dar vita ad una violenta rissa. Poco dopo la mezzanotte i Carabinieri del posto sono stati chiamati ad intervenire nella centrale via Roma a causa di un litigio tra diversi cittadini stranieri. Arrivati nel centro del Paese gli uomini dell’Arma hanno trovato però una situazione di apparente normalità. Le indicazioni raccolte nell’immediato hanno indotto i militari di Reggiolo ad eseguire una verifica in un appartamento occupato da cittadini cinesi, riuscendo così a trovare i riscontri di quanto loro segnalato.

Nel complesso, una volta ricostruiti i fatti, sono state sette le persone identificate, di età compresa tra i 37 ed i 57 anni, tra cui due donne, risultati essere tutti irregolari con le norme per il soggiorno sul territorio nazionale. Per uno di loro, un 37enne che presentava vistose ecchimosi al volto, è stato necessario il ricorso ai sanitari del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Guastalla, da dove è stato dimesso con una prognosi di 12 giorni. Per i sette cinesi, quindi, al termine degli accertamenti di rito. È scattata una denuncia alla magistratura reggiana per il reato di rissa. Gli stessi, sono stati sanzionati per le violazioni alle norme anticovid e per loro è stata avviata la procedura per l’espulsione poiché irregolari.



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013