Da domani, sabato 6 marzo, terminano le misure emergenziali previste dal Piano antismog regionale per il superamento continuativo del valore limite giornaliero delle polveri sottili PM10 e si ritorna, quindi, alla manovra ordinaria, stabilito sulla base del modello previsionale di qualità dell’aria di Arpae che, infatti, non indica il superamento del valore limite giornaliero di PM10 in provincia di Modena e nel resto della Regione. Il bollettino emesso da Arpae – Emilia Romagna (consultabile sul sito www.liberiamolaria.it) indica bollino verde, ovvero nessuna misura emergenziale da sabato 6 marzo in tutta la regione.

Con la manovra ordinaria, sabato 6 e lunedì 8 marzo, prossimo giorno di controllo, i veicoli diesel Euro 4 potranno tornare a circolare nell’area compresa all’interno delle tangenziali dalle 8.30 alle 18.30, mentre rimane in vigore il divieto per i veicoli a benzina fino agli Euro 2, quelli a gpl/benzina e metano/benzina fino agli Euro 1, ciclomotori e motocicli fino agli Euro 1.

Per le abitazioni dotate di riscaldamento multicombustibile, rimane in vigore anche il divieto di utilizzare il riscaldamento domestico a biomasse (legna, pellet, cippato o altro) sia nei generatori con potenza nominale fino a 500 kW con certificazione ambientale inferiore a 3 stelle, sia nei focolari aperti o che possono funzionare aperti. Vietato anche bruciare sterpaglie, residui di potatura e simili e scarti di vegetali di origine agricola.



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013