La Polizia di Stato di Modena ha tratto in arresto un cittadino marocchino di 30 anni, responsabile del reato di furto aggravato ai danni di un esercizio commerciale, specializzato nella vendita di prodotti per fumatori, ubicato in via Giardini.

Intorno alle ore 7.00 di ieri, il titolare aveva segnalato alla Centrale Operativa un furto in atto all’interno della propria attività. Aveva ricevuto sul telefono cellulare l’avviso di entrata in funzione del sistema di allarme e stava visualizzando da remoto quanto stava accadendo nel negozio.

In continuo contatto telefonico con la Polizia, il proprietario ha potuto fornire una dettagliata descrizione del ladro agli agenti della Squadra Volante, che intervenuti con estrema tempestività hanno individuato lo straniero ad un centinaio di metri dal luogo del reato a bordo di un monopattino.

Lo straniero è stato fermato e trovato in possesso di un cacciavite di 19 cm e di una tenaglia, utilizzati per perpetrare il furto, nonché della refurtiva: un computer portatile, nove scatole di cartone contenenti sigarette elettroniche e altro materiale specifico, per un valore complessivo di circa 1380 euro.

Il marocchino si era introdotto all’interno del negozio dopo aver divelto e danneggiato la porta finestra laterale.

La merce recuperata è stata riconsegnata al legittimo proprietario.

Lo straniero, irregolare sul territorio nazionale, gravato da precedenti penali e di Polizia per reati di furto, ricettazione, porto di armi ed oggetti atti ad offendere ed in materia di stupefacenti, è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Questura in attesa del processo con rito direttissimo.

 



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013