Si trovava appartato nelle vicinanze dell’ex Caserma Zucchi quando, alla vista di una pattuglia dei carabinieri della sezione radiomobile della compagnia di Reggio Emilia intenzionati a controllarlo, gli ha aizzato contro il suo pitbull con unico scopo ovvero quello di disfarsi delle sette dosi di marijuana che deteneva ai fini di spaccio e che ha gettato su un prato mentre il suo cane teneva a bada i militari. Un gesto che per quanto rapido non è passato inosservato ai carabinieri che successivamente hanno recuperato i 7 involucri gettati dal minorenne risultati tutti contenerne sostanza stupefacente del tipo marijuana del peso di un grammo l’uno.

Per questi motivi, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, i carabinieri hanno denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Bologna uno studente 16enne abitante a Reggio Emilia, sequestrando quanto dallo stesso illecitamente detenuto. Il giovane al termine delle formalità di rito è stato affidato ai suoi genitori esercenti la patria potestà.

E’ accaduto l’altro pomeriggio quando una pattuglia dei carabinieri della sezione radiomobile di Reggio Emilia, nel transitare in via Allegri si è recata in una zona defilata in prossimità dell’ex Caserma Zucchi, dove nel recente passato sono stati notati giovane consumare stupefacenti. Alla vista di un giovanissimo i militari si sono avvicinati per controllarlo. Alla richiesta dei documenti il ragazzo ha aizzato il pitbull che teneva al guinzaglio all’indirizzo dei carabinieri defilandosi e gettando sul prato alcuni involucri. Invitato a far star buono il suo cane, dopo averlo identificato o carabinieri, avendo notato il gesto del giovane, hanno recuperando quanto aveva gettato a terra risultato essere 7 dosi di marijuana. Il minore è stato quindi condotto in caserma, raggiunto dalla madre e denunciato per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013