Casalecchio: coinvolto in una rissa si scopre che lavora in pizzeria seppur positivo al Covid-19




Mercoledì 24 giugno, poco dopo le 22:00, i Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia di Bologna Borgo Panigale sono intervenuti a Casalecchio di Reno per sedare una violenta rissa tra sette pakistani residenti in paese, di età compresa tra i 28 e i 42 anni, che si erano presi a bastonate a causa di una faida lavorativa, esplosa da gelosie e dissapori per il controllo della vendita di pizza al taglio in due esercizi commerciali. Soccorsi dai sanitari del 118 e denunciati per rissa dai Carabinieri, i soggetti sono stati trasportati al Pronto Soccorso del Policlinico Sant’Orsola Malpighi per farsi medicare le ferite.

In seguito è emerso che due pakistani coinvolti nella rissa erano soggetti asintomatici positivi al Covid-19. Di questi, uno era ignaro di esserlo, mentre l’altro, pur essendone a conoscenza e dovendo restare a casa in isolamento fiduciario, lavorava all’interno di una pizzeria di Casalecchio. Immediata e tempestiva è stata la risposta delle autorità – Arma dei Carabinieri e Azienda USL di Bologna che sta valutando la chiusura dell’esercizio commerciale.

 



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013