Centri estivi: contributi alle famiglie maranellesi. Le domande entro il 19 giugno




Il Comune di Maranello, assieme ai Comuni del distretto Ceramico, ha aderito al “Progetto per la conciliazione vita-lavoro” promosso e finanziato dalla Regione Emilia-Romagna nell’ambito del Fondo Sociale Europeo, per facilitare la conciliazione vita familiare-lavoro durante il periodo estivo e garantire la frequenza dei centri estivi ai bambini e i ragazzi nella fascia di età compresa tra i 3 e i 13 anni, nati dal 2007 al 2017, con un sostegno economico alle famiglie per il pagamento delle rette. Le domande vanno presentate entro il 19 giugno. Il contributo massimo per bambino è pari a 84,00 euro a settimana per un massimo di quattro settimane di frequenza del centro estivo.

Il contributo massimo erogabile sarà pari a 336,00 euro e potrà essere riconosciuto per la frequenza di 4 settimane nel caso in cui il costo settimanale sia uguale o superiore a 84,00 euro, la frequenza di un numero superiore di settimane nel caso in cui il costo settimanale sia inferiore a 84,00 euro. Il contributo non potrà essere superiore al costo di iscrizione al centro estivo. I requisiti necessari per usufruire del contributo sono: iscrizione ad un centro estivo fra quelli che hanno aderito al Progetto per la conciliazione vita-lavoro (a livello regionale); il bambino per cui si fa domanda deve essere residente nel comune di Maranello; età del bambino/adolescente compresa tra i 3 e i 13 anni, nati dal 2007 al 2017; famiglie in cui entrambi i genitori (o uno solo, in caso di famiglie mono genitoriali) siano occupati; lavoratori dipendenti, parasubordinati, autonomi o associati, comprese le famiglie nelle quali anche un solo genitore sia in cassa integrazione, mobilità oppure disoccupato e partecipi alle misure di politica attiva del lavoro definite dal Patto di servizio del Centro per l’Impiego di competenza; famiglie in cui un solo genitore si trovi in una delle condizioni indicate al punto precedente, qualora l’altro genitore non risulti occupato in quanto impegnato in modo continuativo in compiti di cura, valutati con riferimento alla presenza di componenti il nucleo familiare con disabilità grave o non autosufficienza, come definiti ai fini ISEE; ISEE (in corso di validità o 2019) non superiore a 28.000 euro; accesso al contributo regionale non consentito nel caso in cui il bambino/ragazzo benefici di altri contributi erogati da enti pubblici per la frequenza a centri estivi nell’estate 2019, fatte salve eventuali altre disposizioni regionali. Le famiglie possono presentare la domanda per accedere al contributo entro il 19 giugno, online (occorre essere in possesso di credenziali FedERa o SPID con livello di affidabilità alta) oppure tramite posta elettronica. Informazioni: Servizio Istruzione tel. 0536 240041 dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 13.00, il giovedì anche dalle 14.30 alle 18.30.



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013