Castelnovo Monti, Carlo Boni interviene sulla sanificazione delle strade e di arredi pubblici




In merito alla richiesta di sanificazione degli ambienti esterni e delle strade, rilanciata nelle ultime ore anche dal gruppo di minoranza Castelnovo ne’ Cuori dopo che era stata già avanzata dal gruppo Castelnovo Libera, interviene il capogruppo di maggioranza, medico e consigliere delegato alla sanità Carlo Boni, che precisa:

“Abbiamo previsto la detersione e lavaggio delle strade che sarà eseguito entro breve termine in accordo con Iren, e il servizio di Igiene Pubblica dell’Ausl con il quale individueremo i punti e le superfici su cui intervenire (non solo strade ma eventualmente panchine e altri arredi pubblici). Con l’Igiene Pubblica sceglieremo inoltre i prodotti più idonei per garantire sia il rispetto dell’ambiente che la salute della popolazione. La sanificazione con ipoclorito di sodio da un lato non ha mostrato evidenza scientifica di efficacia nella lotta al coronavirus, dall’altro potrebbe impattare negativamente, se usato in grande quantità come dovrebbe avvenire in questo caso, sulle falde acquifere e più in generale sul nostro ecosistema, nonché nuocere per altri versi alla salute dei cittadini. Tutto questo, si ribadisce, senza acclarata dimostrazione di efficacia.
Comprendiamo come la paura di un nemico invisibile e, per certi aspetti, ancora non completamente noto nemmeno ai maggiori esperti internazionali possa indurre a cercare soluzioni anche non adeguate in perfetta buona fede, nel tentativo di fare comunque tutto il possibile.
Crediamo che sia invece opportuno seguire in ogni momento e in ogni iniziativa una strategia comune, in accordo con le istituzioni scientifiche e gli enti preposti, onde dare più forza ed efficacia a una battaglia che vinceremo, che dobbiamo vincere nel più breve tempo possibile, ma cercando di non fare altri danni pur nella convinzione di fare il bene.
L’Amministrazione comunale è costantemente informata dell’evolversi della situazione e degli aggiornamenti procedurali che gli organi tecnici preposti dispongono, e peraltro non manca di avanzare quesiti e proposte. Non mancheremo di aggiornare i cittadini su comportamenti e azioni adeguate, basate però su indicazioni ed evidenze scientifiche, non volendoci sostituire alle istituzioni tecnicamente competenti”.