Con 39.919 pattuglie di vigilanza stradale ( 1.506 in più rispetto al 2018 ), questo Compartimento Polizia Stradale ha accertato 123.905 infrazioni al Codice della Strada. Ritirate 3.376 patenti di guida e 3.993 carte di circolazione; 197.063 i punti patente complessivamente decurtati.

Incremento degli incidenti mortali e del numero delle vittime
A fronte di una flessione più che apprezzabile del numero degli incidenti rilevati ( il 10,71% in meno rispetto al 2018 ), si registra purtroppo un incremento pari a +22,95% per quanto riguarda gli incidenti con esito mortale e pari a + 48,38% per quanto riguarda il numero delle vittime.
Pertanto, la sicurezza della mobilità si pone come priorità per la Polizia di Stato che, con la Specialità Polizia Stradale, è da sempre alla ricerca di soluzioni avanzate in termini di tecnologia, procedure e modelli operativi, per garantire servizi più efficaci di prevenzione e di controllo.

Contrasto della guida sotto l’effetto di alcool e di sostanze stupefacenti
Nel 2019 è proseguita la campagna straordinaria di controllo sulle condizioni psicofisiche dei conducenti dei veicoli, – con impiego congiunto di personale della Specialità Polizia Stradale e dei medici e personale sanitario della Polizia di Stato – per l’accertamento sui conducenti dei veicoli dell’eventuale assunzione di alcool e di sostanze stupefacenti o psicotrope, interessando 7 province del territorio regionale.
Complessivamente sono stati attivati 73 posti di controllo, con l’impiego di 442 operatori e 118 tra medici e personale sanitario della Polizia di Stato.
Dei 3.155 conducenti controllati, sono risultati positivi all’alcol, con un tasso alcolemico superiore a 0,5 g/l, 103 conducenti, pari al 3,26 %, mentre dei 189 conducenti controllati, 38, pari al 20,10% sono risultati positivi ad una o più sostanze stupefacenti nel corso dei test su strada. Per tali soggetti (oltre al ritiro cautelativo della patente, come previsto dal C.d.S.) si è pertanto proceduto al prelievo su strada di campioni salivari, inviati a Roma presso il Centro di Tossicologia Forense della Polizia di Stato per le analisi di laboratorio.
Inoltre, dallo scorso mese di ottobre, il Servizio Polizia Stradale ha dato l’avvio ad una campagna straordinaria di controlli per il contrasto dell’uso di stupefacenti alla guida di veicoli, da attuarsi nelle notti dei fine settimana lungo la viabilità autostradale, con l’utilizzo di un laboratorio mobile  per l’esecuzione, direttamente su strada, delle analisi di secondo livello della saliva, a mezzo di cromatografia liquida.

Stragi del Sabato sera
Nel decorso 2019, nelle notti dei fine settimana (dalle ore 00,00 alle 06,00 di sabato e domenica), questo Compartimento Polizia Stradale ha impiegato nei posti di controllo 1.758 pattuglie ( 1.687 nel 2018 ), rilevando 80 incidenti (15 in meno rispetto al 2018), le vittime però, sono state due, come nel 2018. I conducenti controllati con etilometri e precursori sono stati 13.973, dei quali il 4,4% (pari a 610, di cui 503 uomini e 107 donne) è risultato positivo al test di verifica del tasso alcolemico , con un trend in valori relativi pari a -16% rispetto al 2018, ad evidenziare, per quanto riguarda il consumo di sostanze alcooliche, una maggiore consapevolezza dei rischi connessi all’assunzione di alcool quando ci si pone alla guida. Le persone denunciate, invece, per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti sono state 5. I sequestri di veicoli sono stati 50 e hanno portato a 26 confische.

Autotrasporto professionale
L’ attività di controllo in questo settore ha portato alla redazione di 45.578 liste di controllo ai veicoli commerciali, contro le 39.617 dell’anno precedente, registrando quindi un apprezzabile incremento del 15%.
In particolare, in ossequio agli obbiettivi delineati nel protocollo d’intesa tra Ministro dell’Interno e Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti del luglio 2009, la Polizia Stradale, nel corso del 2019, ha continuato a dare forte impulso ai servizi di controllo nel settore del trasporto professionale (svolti anche congiuntamente al personale del Dipartimento Trasporti Terrestri con i Centri Mobili di Revisione). Sono stati effettuati da questo Compartimento 199 servizi da 1.372 operatori di Polizia, con il concorso di 174 operatori del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, che hanno portato al controllo di 3.081 veicoli pesanti di cui 39 ( pari allo 1,26% ) stranieri, con l’accertamento di 2.556 infrazioni, per 19 patenti e 34 carte di circolazione ritirate.
Inoltre, nel corso del 2019, d’intesa con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, sono stati attivati controlli d’iniziativa o su segnalazione dell’istituto scolastico mirati al controllo degli autobus destinati al trasporto di scolaresche per gite o viaggi d’istruzione.
Nel corso dell’anno sono stati sottoposti a controllo 1.715 autobus, dei quali 284 hanno evidenziato almeno una irregolarità, per un totale di 481 infrazioni e il ritiro di 1 patente e 3 carte di circolazione.

Operazioni ad Alto Impatto
Dal 1° gennaio al 31 dicembre 2019 ai servizi programmati mensilmente a livello regionale sono stati affiancati dispositivi specifici pianificati a livello nazionale, secondo il modello delle “Operazioni ad Alto Impatto”, nella misura di circa 5 al mese, per sottoporre a controllo massivo particolari settori del trasporto e verificare il rispetto di specifiche norme poste a salvaguardia della sicurezza stradale. I dispositivi sono stati programmati e realizzati da personale particolarmente preparato in settori della circolazione in cui le violazioni costituiscono generale pericolo per la  Sicurezza dei cittadini.

Le “operazioni” in oggetto riguardano i seguenti settori, che hanno fatto registrare i risultati di seguito indicati:

CINTURE DI SCUREZZA E SISTEMI DI RITENUTA

12 operazioni – 17.549 veicoli controllati e 5.385 violazioni accertate di cui 1.925 riferite alla normativa specifica;

ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA

9 operazioni (2 in più rispetto al 2018) – 41.004 veicoli controllati (+540,58% in valore assoluto rispetto al 2018 e grazie all’utilizzo dello STREET CONTROL) – 1.829 violazioni contestate (+22,42% rispetto al 2018) di cui 206 alla normativa specifica (+2,48% rispetto al 2018);

AUTOTRASPORTO NAZIONALE ED INTERNAZIONALE DI PERSONE

5 operazioni – 712 veicoli controllati (+ 12% rispetto al 2018) e 187 violazioni accertate
(+ 48% rispetto al 2018) di cui 116 alla specifica normativa (+ 81% rispetto al 2018);

TRASPORTO DI ANIMALI VIVI

5 operazioni – 927 veicoli controllati (+ 59% rispetto al 2018) e 410 violazioni accertate
(+ 53% rispetto al 2018) di cui 41 alla normativa specifica (+ 116% rispetto al 2018);

TRASPORTO DI MERCI PERICOLOSE

6 operazioni – 928 veicoli controllati e 528 violazioni accertate (di cui 148 alla normativa specifica);

TRASPORTI ECCEZIONALI

6 operazioni (4 in più rispetto al 2018) con 255 veicoli controllati (+ 37% in valore assoluto rispetto al 2018 ) e 38 violazioni accertate alla normativa specifica);

TRASPORTO DI SOSTANZE ALIMENTARI

5 operazioni – 1.067 veicoli controllati – 365 violazioni accertate di cui 45 alla normativa specifica (+ 25% rispetto al 2018);

USO CORRETTO DI TELEFONI ALLA GUIDA DI VEICOLI

8 operazioni – 9.824 veicoli controllati e 868 violazioni accertate relative alla specifica normativa);

STATO DI EFFICIENZA DEGLI PNEUMATICI

3 operazioni – 3.294 veicoli controllati – 695 violazioni accertate di cui 175 alla specifica normativa).
I controlli ad “Alto Impatto” sono già stati riprogrammati per tutto il 2020.

 

Campagne di informazione ed educazione stradale
Tra le numerose campagne di informazione ed educazione stradale nel corso del 2019 ricordiamo:

– La campagna di sicurezza stradale ICARO, giunta alla 19^ edizione, promossa dalla Polizia di Stato in collaborazione con il Dipartimento di Psicologia dell’Università “Sapienza” di Roma, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il MO.I.GE ( Movimento Italiano Genitori ), la Fondazione ANIA per la sicurezza stradale, la Federazione Ciclistica Italiana, il Gruppo autostradale ASTM-SIAS, il Gruppo Autostrada del Brennero S.p.A. con Enel Green Power S.p.A.. Nel 2019 l’iniziativa ha focalizzato l’attenzione sulla promozione e sensibilizzazione della cultura della sicurezza stradale. Gli studenti formati sono stati 2.247.

– Il progetto BICISCUOLA, promosso dal RCS Sport, la Gazzetta dello Sport ed in collaborazione con il MIUR. E’ un’iniziativa correlata al Giro d’Italia e rivolta in via esclusiva alle scuole Primarie di tutta Italia al fine di sensibilizzare i giovani al rispetto per l’ambiente e alle regole della sicurezza e dell’educazione stradale. Gli studenti formati sono stati 1.741.

– Bimbi in Auto, in collaborazione con il Ministero della Salute, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e le principali Associazioni dei Pediatri, per sensibilizzare gli adulti sull’importanza dell’utilizzo dei sistemi di ritenuta per la sicurezza dei bambini in auto, nonché su tutti gli aspetti legati alla loro sicurezza quando viaggiano in auto.

Questo Compartimento, per quanto attiene all’attività di controllo e repressione, ha integrato le previste sessioni (operazioni Alto Impatto e TISPOL SEATBELT ) effettuando nel corso del 2019, in ogni provincia, 12 controlli d’iniziativa, che hanno portato al controllo di 4.900 veicoli, la contestazione di 1.670 violazioni, di cui 672 alla specifica normativa.

Attività di Polizia Giudiziaria
L’attività svolta su tutto il territorio dell’Emilia Romagna ha portato ad arrestare 66 persone ed alla denuncia in stato di liberta di 2160 persone. Nello specifico l’attività di contrasto dei reati in ambito autostradale ha portato all’arresto di 30 persone ed al deferimento di ulteriori 811 soprattutto per i reati di furto in danno di autotrasportatori e di clienti degli esercizi commerciali nelle aree di servizio.
In rilievo le principali attività investigative svolte dalla Squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento Polstrada Bologna di seguito descritte.
Con l’Operazione Kusar, la Squadra di PG del Compartimento Emilia Romagna, coadiuvata dal reparto di Forlì ha assicurato alla giustizia due giovani cittadini di origine albanese, responsabili di plurime rapine perpetrate all’interno dell’area di servizio Santerno ovest lungo l’autostrada A14 in direzione sud, territorio del comune di Solarolo (RA), in danno dell’addetto del distributore di carburante
Quest’anno sempre di più, si è dato attenzione alla prevenzione dei reati predatori in ambito autostradale, organizzando a copertura del solo esodo estivo ben 468 servizi di polizia giudiziaria, a presidio delle aree di servizio e ristoro lunga la tratta di competenza. In quest’ambito di particolare interesse l’operazione Cash Express che ha portato all’arresto in flagranza di tre cittadini di origine campana resisi responsabili di numerosi furti di computer ed altro materiale HI TECH, in danno degli utenti in sosta.
Di centrale importanza anche l’attività dedicata al contrasto della clonazione dei dati identificativi e l’alterazione dei documenti di circolazione che consente alle organizzazioni i criminali la reimmissione sul mercato di veicoli di provenienza illecita perché provento di furto o anche di appropriazione indebita.
Sul fenomeno è da tempo in atto a conclusione di uno specifico monitoraggio sul territorio regionale la Polizia Stradale, anche attraverso il lavoro delle Squadre provinciali di Polizia Giudiziaria, ha avviato verifiche a tappeto sulla documentazione acquisita all’atto delle immatricolazioni di veicoli provenienti dall’estero dalle Agenzie e dalle locali Motorizzazioni civili. L’azione di contrasto si è particolarmente rafforzata anche grazie alla collaborazione tra i collaterali uffici di Polizia e al supporto delle banche dati che coinvolgono anche le case costruttrici.
Nel 2019 di tutti i veicoli di provenienza estera immatricolati in Emilia Romagna, il 30% proveniva dalla Germania, il 29% da San Marino e circa il 10% dalla Spagna. I tre paesi insieme rappresentavano il 64% delle pratiche di nazionalizzazione richieste, mantenendo sostanzialmente invariate le quote già esaminate nel 2018. Nello specifico la Polizia Stradale in Emilia Romagna ha controllato 1701 fascicoli per l’immatricolazione di veicoli provenienti dall’estero. Per 30 di essi si è proceduto al sequestro per irregolarità o incongruenze nella documentazione depositata agli atti. Sono stati inoltre sequestrati 18 veicoli e eseguite 25 misure cautelare di cui 12 restrittive della libertà personale per ricettazione, riciclaggio e utilizzo di falsa documentazione.



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013