Scandiano, arriva l’albero di Natale a km zero, senza foglie ma rimpiantabile


Un albero quasi completamente privo di foglie, un classico carpino, è stato scaricato ieri in Piazza Primo Maggio a Scandiano. Un albero totalmente autoctono, acquistato in vaso dall’amministrazione comunale in un vivaio della zona, che nei prossimi giorni sarà addobbato e rimrrà in piazza durante tutte le festività natalizie.

“Un albero lontano dalla classica iconografia natalizia – ha spiegato il sindaco di Scandiano Matteo Nasciuti – che abbiamo voluto esattamente così perché abbiamo privilegiato la garanzia che potesse sopravvivere anche dopo le feste, quando lo pianteremo in un parco pubblico o nel cortile di una scuola del nostro territorio. Per questo lo abbiamo voluto autoctono, anche se senza foglie”.

L’albero di Natale, che nei prossimi giorni verrà addobbato con le creazioni dei bambini delle scuole e illuminato a cura di un’azienda del territorio, rimarrà quindi il simbolo del Natale 2019 scandianese e soprattutto emblema delle ricerca di una sostenibilità ambientale, fatta di rispetto della natura, del ciclo delle stagioni e del “plastic free”.

L’accensione dell’albero avverrà domenica 8 dicembre, nel pieno rispetto della tradizione natalizia, alle 16.30 mentre il suo addobbo avverrà a cura delle scuole del territorio, che useranno materiale di riciclo, durante i giorni seguenti.

 

Già dai prossimi giorni, durante i quali avverrà l’allestimento, l’albero si presenterà ai cittadini scandianesi con questa presentazione:

“Il ritmo delle stagioni, la meraviglia di un paesaggio che cambia, il rispetto verso la natura…

Sono queste le ragioni che ci hanno spinto quest’anno a scegliere un albero di Natale che perde le foglie, un albero autoctono, lontano dalla tradizionale immagine dell’albero di natale ma che rispetta, in modo intelligente e profondo, la natura e il territorio.

L’albero di Natale che avete davanti, una volta passato il periodo natalizio, verrà ripiantato in un parco pubblico o nel cortile di una scuola. un albero autoctono che metterà radici solide nella nostra Scandiano”.