Modena, controlli della Polizia locale in città


Controllato e sanzionato per complessivi 2.300 euro dalla Polizia locale di Modena il negozio di viale Gramsci collocato al civico 231/c, già oggetto di numerose segnalazioni da parte di residenti della zona. I nuovi controlli della Municipale sono scattati nella serata di venerdì 18 ottobre: verso le 19.50 gli operatori addetti alla Circoscrizione 2, che in zona svolgono diversi servizi di presidio e controllo, anche a piedi e in abiti civili, hanno sorpreso il titolare del negozio somministrare abusivamente alcolici.

L’uomo versava gin e whiskey in bicchieri di plastica che consegnava agli avventori presenti, alcuni dei quali, non appena gli agenti si sono qualificati, hanno tentato di allontanarsi in fretta dal luogo ma sono stati subito fermati. Al controllo è emerso che due di loro avevano numerosi precedenti per uso e spaccio di sostanze stupefacenti, mentre un terzo è stato denunciato per inosservanza alle norme sugli stranieri.

Al titolare dell’esercizio, di nazionalità ghanese, è stata contestata la somministrazione di alcolici non autorizzata, la mancanza dei prezzi sui prodotti esposti e anche la preparazione di cibi cotti non autorizzata in quanto aveva collocato sul banco pollo cotto e tortelli destinati alla vendita.

È stata invece piantonata per 24 ore e portata al Cpr di Roma per essere successivamente rimpatriata in Nigeria la giovane fermata e identificata dalla Polizia locale di Modena nella notte tra venerdì 18 e sabato 19 ottobre nell’ambito di un servizio di controllo per il contrasto della prostituzione.

Gli operatori della Circoscrizione 2 della Municipale l’hanno fermata all’incrocio tra le vie Finzi e Gerosa, a Modena, per l’inosservanza all’articolo 50 del Regolamento di Polizia urbana. Accompagnata al Comando di via Galilei perché sprovvista di documenti, la giovane è stata identificata e foto segnalata. A suo carico numerosi precedenti per resistenza e anche un arresto per rapina, oltre ad un ordine di espulsione che è stato quindi eseguito. La 25enne è stata quindi messa a disposizione dell’Ufficio immigrazione della Questura di Modena dove gli agenti della Municipale l’hanno piantonata fino a quando non è partita alla volta del Cpr di Roma.

Nella stessa serata, sempre in via Finzi, verso le 22.30 gli operatori della Polizia locale avevano fermato un’altra ragazza nigeriana, a cui era contestata il medesimo articolo 53 del Regolamento di Polizia urbana, relativo alle turbativa al decoro. Nei suoi confronti è stato quindi emesso un ordine di allontanamento.

Convalidato l’arresto dell’uomo fermato e denunciato per resistenza, oltre che per inosservanza alle norme sull’immigrazione, dalla Polizia locale di Modena nel pomeriggio di sabato 18 ottobre. Gli operatori erano intervenuti sulla base di diverse segnalazioni dei passanti che avevano lamentato i comportamenti fortemente molesti dell’individuo.

L’uomo, un giovane marocchino di 21 anni di corporatura robusta, fermato in largo Sant’Eufemia dagli agenti della pattuglia in servizio appiedato in centro storico, ha subito dato in escandescenze. Per bloccarlo evitando che qualcuno si potesse ferire, gli operatori avevano fatto ricorso allo spray urticante in dotazione e altre pattuglie erano accorse sul posto in sostegno. L’uomo, in evidente stato di ebbrezza non risultava in possesso di documenti; è stato quindi accompagnato al Comando della Municipale per l’identificazione, ma qui ha iniziato a scagliarsi contro cose e persone danneggiando il patrimonio pubblico e cercando di ferire gli operatori. È stato quindi arrestato per resistenza.