“Ta Pum – Racconti e canti della Grande Guerra”, venerdì a Bologna


In occasione della ​XII° Giornata Nazionale dell’Afasia del prossimo 20 Ottobre, l’A.IT.A (Associazione Italiana Afasici) di Bologna presenta “Ta Pum”, un reading musicale con racconti e canti della Grande Guerra, che andrà in scena venerdì 18 ottobre alle ore 21.00 presso lo Spazio Graf San Donato (Piazza Spadolini 3 – Bologna).

L’Associazione Italiana Afasici (presente a Bologna con 45 soci iscritti che si ritrovano settimanalmente presso il Policlinico S.Orsola-Malpighi) si occupa del benessere delle persone colpite da ​afasia​, ​un disturbo del linguaggio causato da lesioni cerebrali che, pur non comportando un’alterazione delle abilità intellettive, compromette la capacità di parlare, leggere, scrivere e comprendere, esponendo gli interessati ad un elevato rischio di isolamento sociale​. Obiettivo dell’associazione è quello di sostenere le persone afasiche e i familiari durante la fase cronica della malattia, cercando attraverso attività di conversazione e intrattenimento, di stimolare e motivare la comunicazione.

Il gruppo A.IT.A di Bologna dal 2017 ha attivato il progetto “​Conversazioni in musica ​ ”, un laboratorio che, partendo dalla stretta relazione tra musica e parola, cerca di attingere alle “memorie musicali” di pazienti e familiari (repertorio di canzoni e musiche che i partecipanti conoscono) al fine di stimolare la produzione e l’iniziativa verbale, di migliorare l’espressività linguistica, e scoprire e ritrovare insieme il piacere del canto.

Coerentemente con l’attività delle “​Conversazioni in musica ​” l’associazione ha deciso di organizzare per venerdì 18 ottobre 2019 la messa in scena del reading musicale di Teatro d’Acqua Dolce ​“Ta Pum – Racconti e canti della Grande Guerra”​, spettacolo che attraverso i canti di trincea ripercorre i principali avvenimenti del primo conflitto mondiale, e che rappresenterà l’occasione per promuovere la conoscenza dei problemi delle persone afasiche, che attualmente interessa in Italia oltre 150 mila persone. La serata è ad ingresso libero fino ad esaurimento posti.