Attraverso un finanziamento regionale, anche a Sassuolo sconti sulle rette per i nidi


Il Comune di Sassuolo, con la delibera di Giunta 146 del 10 settembre scorso, ha aderito alla misura regionale per ridurre le tariffe dei nidi d’infanzia denominata “Al nido con la Regione”. Il contributo regionale riconosciuto al Comune di Sassuolo ammonta a € 128.170,08 per l’anno scolastico 2019/2020 e sarà utilizzato per ridurre le tariffe di frequenza ai Servizi educativi per la prima infanzia per le famiglie con ISEE non superiore a 26.000 euro.

In particolare il contributo sarà erogato per la frequenza ai servizi educativi 0/3 anni a gestione diretta Comunale (Nidi d’infanzia San Carlo e Parco, Centro per Bambini e Famiglie, Spazio bambino), in appalto (Nido d’infanzia S. Agostino) e nidi privati convenzionati (Baby Giò,Cipì, Il Sole e la Luna, Il Girotondo, I Folletti).

Per i bambini frequentanti i servizi Comunali, in appalto e convenzionati col Comune di Sassuolo non sarà necessario presentare nessuna domanda, in quanto lo sconto sarà applicato automaticamente dall’ufficio stesso alla tariffa base già comunicata, purché in possesso dei requisiti richiesti: un valore Isee non superiore a 26.000 euro e la residenza in un comune dell’Emilia Romagna.

Le famiglie iscritte privatamente ai nidi d’infanzia privati, per usufruire del contributo, dovranno presentare richiesta all’ufficio Istruzione del Comune di Sassuolo attestando il proprio valore ISEE (non superiore a E 26.000).

Nelle prossime settimane saranno definiti i criteri di accesso al contributo e sarà data puntuale informazione a tutte le famiglie frequentanti i servizi.