Mercoledì prossimo a Bologna evento su Diritto ed Informazione con Cardinale Zuppi


E’ Bologna che richiama l’attenzione su tematiche di interesse nazionale portando a convegno informazione, etica e diritto alla presenza del neo – cardinale, anche lui “nazionale” (l’unico italiano fra i 13 eletti nell’ultimo Concistoro), S. Em.za Matteo Zuppi, Arcivescovo di Bologna insieme all’Assessore alla cultura del Comune di Bologna Matteo Lepore. L’occasione è la presentazione del libro Le regole del Giornalismo nel quadro costituzionale italiano fra vecchi e nuovi media (edito dalla Bonomo Editore, patrocinato dall’OdG Emilia Romagna e curato da Carlo Berti e Giusy Ferro), prevista per Mercoledì 16 Ottobre presso l’Auditorium E. Biagi (in Sala Borsa alle 16.45).

La pubblicazione porta alla ribalta la questione dell’etica nell’informazione grazie alla collaborazione inedita di giornalisti, avvocati e docenti universitari. Significativo l’intervento del Cardinale Zuppi, di cui sono attese le parole, su un tema così attuale, basti pensare alla paventata riforma del sistema dell’informazione in Italia a seguito della convocazione del Governo (lo scorso Giugno) degli Stati Generali sull’Editoria, dove non può mancare un richiamo all’approccio etico nell’informazione. E’ il taglio del libro, che promuove il confronto fra le istituzioni cittadine e gli operatori del settore su un dibattito spinoso che tocca tutti, dalla libertà di informazione alle fake news fino alla credibilità dei giornalisti e al tema della partecipazione nell’era dei nuovi mass media.

L’evento, aperto a tutti, vedrà, oltre al Cardinale Zuppi, all’Assessore Lepore ed ai curatori del testo, anche la partecipazione di Giovanni Rossi, presidente dell’OdG E-R, degli avvocati Guido Clausi – Schettini e Francesco Moschella (presidente della consulta di garanzia statutaria della Regione Emilia – Romagna), del magistrato Vito Zincani, della professoressa Barbara Grazzini della cattedra di Diritto della Comunicazione dell’Unibo, dei giornalisti Massimo Gagliardi e Claudio Santini e di Emilio Lonardo che presiederà l’incontro. Forse questa la prima presenza di Zuppi, dopo la nomina a cardinale ad un incontro pubblico che coinvolge tutta la città, un incontro che sollecita la responsabilità delle istituzioni e degli operatori del settore sull’informazione e che il libro, scritto a più mani, finalmente ne dà uno scenario al contempo istituzionale, culturale, normativo e politico, offrendo anche ai non addetti ai lavori una chiave di lettura per comprendere i problemi dell’informazione che se ben fatta, anche nell’epoca di internet, rimane uno strumento centrale per la partecipazione democratica e l’integrazione.