Lo stand di Fiandre Architectural Surfaces al Cersaie vince l’ADI Booth Design Award 2019


Per la capacità di rompere la rigidità e i vincoli del formato rettangolare, inventando una sorta di tendaggio perimetrale che favorisce la permeabilità visiva e sottolinea allo stesso tempo la potenzialità espressiva e compositiva del materiale ceramico e la capacità di ideare nuovi strumenti espositivi integrati al concept allestitivo”.

Questa la motivazione che ha indotto la giuria dell’ADI, composta da Cecilia Bione, Professoressa Accademia Belle Arti Bologna ed esperta di Exhibit Design, Pierluigi
Molteni, architetto e docente di Advanced Design ed esperto di Exhibit Design, e Wladimiro Bendandi, delegato ADI Delegazione Emilia Romagna ed esperto di comunicazione e brand identity, a premiare lo stand “SolidDrapery” di Fiandre Architectural Surfaces con l’ADI Booth Design Award 2019 @ Cersaie per la categoria Interior. Si tratta della prima edizione del premio, nato in collaborazione fra Associazione per il Disegno Industriale e Cersaie per valorizzare gli stand fieristici che promuovono prodotto e brand value delle aziende all’interno della fiera.

Il concept del progetto “Solid Drapery”, affidato da Fiandre a Studio MILO, si ispira alla figura retorica dell’ossimoro, l’accostamento di sensazioni in esatta contrapposizione, ottenuto utilizzando il grès porcellanato, materiale riconosciuto come duro e resistente come una sorta di tendaggio o panneggio, elemento decorativo normalmente associato a una forma plasmabile e a una sensazione di morbidezza.

Nella facciata esterna le nuove maxi lastre Fjord Maximum scendono a terra come tende che celano parzialmente alla vista l’interno dello stand, creando una sorta di effetto sipario. Varcata la soglia un susseguirsi di texture preziose trasportano il visitatore in un mondo fatto di ricchezza di particolari e intensi cromatismi. In mostra le nuove collezioni Amazonite, White Beauty e Grey Beauty Marmi Maximum, Rock Salt Maximum e Agata Maximum per il formato grande lastra, Solida e Roc De Bourgogne per la gamma tradizionale.

Lo stand di Fiandre al Cersaie 2019 riesce a mostrare tutta la flessibilità di un materiale solo apparentemente rigido, che in realtà è in grado di adattarsi a innumerevoli applicazioni, diventando quasi un tessuto cucito su misura con cui rivestire spazi di ogni genere, ma anche elementi decorativi e architettonici.

La cerimonia di premiazione si è svolta mercoledì 25 settembre alle ore 14.30 all’interno del Pad. 30 presso lo spazio mostra “Famous Bathrooms”. L’Award è stato consegnato dalla giuria a Debora Laterza, Responsabile Marketing Strategico Iris Ceramica Group e Paolo Paladini di Fiandre e ad Arianna Crosetta di Studio MILO.

Il premio rappresenta una pre-selezione per l’ADI Design Index 2020, la pubblicazione annuale di ADI che raccoglie il miglior design italiano messo in produzione e selezionato dall’Osservatorio permanente del Design ADI. Un riconoscimento che mette in luce la capacità di Fiandre Architectural Surfaces di essere un brand innovativo sul prodotto, sul progetto e sulla comunicazione.