Grandezze & Meraviglie: sabato sera presso la Chiesa di S. Giustina a Montecorone


Sabato 21 settembre a Montecorone (Zocca) alle ore 21, ingresso libero, Grandezze & Meraviglie presenta il concerto “E come foco t’acendi”, in collaborazione con Poesia festival dove sono protagoniste l’attrice Valentina Scuderi e la tiorbista Paola Ventrella. Lo spettacolo, intreccia testi recitati (poetici, prose e lettere) di due grandi mistiche italiane: Santa Caterina da Bologna (Caterina De Vitri, 1413-1463) e Santa Caterina da Siena (1347-1380) con bani musicali. Caterina da Siena e Caterina da Bologna rappresentano due modalità diverse di vivere il sentimento religioso: Mentre Caterina da Siena palpita di passione e trasporto sanguigno Caterina da Bologna trasfigura la sua visione in dodici giardini mistici.

 

La prima formalmente è una laica, con una concezione ed esperienza della divinità senza mediazioni dove il sangue è il vero tesoro con cui l’intera umanità viene riscattata e il sangue e le ferite del Cristo sono onnipresenti negli scritti e nelle visioni di Caterina da Siena. Caterina da Bologna, che vive in pieno Quattrocento, abbraccia la regola di Santa Chiara e ha un altro approccio più sublimato e retorico.

Le musiche, di Kapsberger, Castaldi, Piccinini, De Visée creano una forte connessione tra poesia e musica, sottolineando il potere di quest’ultima nell’enfatizzare e intensificare gli “affetti” o sentimenti presenti nel testo poetico, influendo dunque in maniera diretta sull’animo dell’uditore. Sulla base di questo principio, la scelta delle musiche proposte nello spettacolo intende porsi al servizio del testo recitato, per sostenerlo e allo stesso tempo impreziosirlo con gemme musicali del repertorio barocco italiano e francese.

La musica per tiorba appartiene al tardo Medioevo e primo Rinascimento. Lo strumento utilizzato da Paola Ventrella è aderente all’epoca delle musiche sia per fattura che per tecnica esecutiva, così come la lettura-recitazione si cala nella retorica degli affetti come era previsto nell’arte del convincere dell’epoca.

PAOLA VENTRELLA. Diplomata in chitarra classica a Bari e perfezionata in liuto e tiorba a Verona. Ha studiato con i maggiori liutisti italiani e stranieri e suonato presso festival e rassegne. Da diversi anni si occupa di fare ricerca su Bellerofonte Castaldi e sulle fonti musicali manoscritte a lui legate.

VALENTINA SCUDERI. Lavora principalmente come attrice, formatrice e autrice, collaborando con diverse realtà del panorama teatrale italiano. Nel 2014 ha fondato il Teatro del Perché che crea e mette in scena drammaturgie originali, progetti formativi.