Coltivazione “personale” di marijuana: 51enne nei guai a Poviglio


Nel pomeriggio di ieri, 17 settembre, gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Reggio Emilia hanno predisposto uno specifico servizio antidroga, a seguito di segnalazione giunta al 113 della presenza di tre piante di marijuana presso un’abitazione di Poviglio. Gli operatori della Squadra Mobile, giunti sul posto, hanno effettivamente verificato la presenza, nel retro dell’abitazione, di tre piante di marijuana.

Gli agenti hanno quindi proceduto ad identificare gli occupanti dell’immobile. Una donna riferiva che le piante erano del marito, un 51enne calabrese. Mentre le tre piante alte, rispettivamente, 265 – 200 – 130 centimetri, venivano recise l’uomo, che in quel momento era a lavoro, raggiungeva la sua abitazione e riferiva agli agenti che le piante erano sue e che le coltivava per uso personale in quanto tossicodipendente dal 2005. Le piante venivano sequestrate.
L’uomo, che da accertamenti risulta avere precedenti penali per rapina, furto e reati inerenti gli stupefacenti, veniva denunciato in stato di libertà per il reato di cui all’art.73 DPR 309/1990.