In memoria di Fabio Campioli Avis dona nuovi apparecchi medici all’associazione Kabara Lagdaf


Un anno fa, il 16 settembre, l’improvvisa scomparsa di Fabio Campioli gettò nello sconforto la comunità di Formigine e l’intero mondo del volontariato, di cui Fabio era motore attivissimo. In particolare l’associazione Kabara Lagdaf per il sostegno delle popolazioni Saharawi e l’Avis erano le due organizzazioni nelle quali Campioli aveva profuso in maniera totale le sue energie. Alla prima si dedicò per 25 anni, promuovendo iniziative e bussando a tutte le porte per ottenere sostegni e finanziamenti. In Avis ricoprì dal 1993 diversi incarichi a livello associativo, da presidente della sezione di Formigine, a componente dell’esecutivo di Avis provinciale, a consigliere nell’Avis regionale.

Oggi l’Avis provinciale di Modena vuole ricordare la figura e l’impegno di Campioli finanziando a favore dell’ associazione Kabara Lagdaf l’acquisto di due dispositivi medici per interventi a carattere dentistico ed oculistico, per un importo di 13,500 euro.
Si tratta di un Riunito dentistico che racchiude in una struttura portatile tutta la strumentazione di una postazione dentistica e di un Autorefrattometro, anch’esso portatile, per l’indagine accurata dell’occhio. Le due attrezzature andranno in dotazione alla Commissione Sanitaria Scolare (6 specialisti e 1 tecnico Sahrawi formati all’estero e tornati in patria) che nei campi profughi Saharawi dell’ Algeria effettua ogni anno migliaia di screening sui minori spostandosi ogni giorno nelle scuole elementari, medie e di disabilità. Per questo necessita di strumenti completi, di dimensioni ridotte e facilmente trasportabili.

“Questo gesto concreto – commenta Cristiano Terenziani presidente Avis provinciale – interviene nei luoghi e nei progetti che stavano più a cuore a Fabio, anche se niente potrà essere paragonabile a quanto lui ha fatto col suo impegno. E’ un intervento che va al di fuori di nostri confini territoriali, ma ci unisce alla associazione Kabala Lagdaf nelle stesse finalità, che sono portare salute e vita. Potrà essere un primo passo per una futura collaborazione su altri progetti, in nome di Fabio”.

La dotazione di nuovi dispositivi rientra negli obiettivi dell’associazione Kabala Lagdaf all’interno del progetto “Salud Primero” per la tutela della salute e l’ accesso ai servizi sanitari nei campi profughi Saharawi promosso dalla Regione Emilia Romagna, a cui concorrono diverse associazioni in regione. In particolare l’associazione modenese si occupa di supportare il lavoro della Commissione Sanitaria Scolastica, della Commissione Chirurgica per i minori e della formazione di personale locale. Gli screening della Commissione Sanitaria Scolastica per i minori Saharawi anno l’obiettivo di diagnosticare precocemente le patologie e indirizzarle, a seconda delle gravità, a interventi in loco o a trasferimenti all’estero.

“Ringrazio Avis per il sostegno e la vicinanza alla nostra associazione – dichiara il senatore Stefano Vaccari attuale presidente dell’associazione Kabara Lagdaf – Dal 2009 al 2018 abbiamo sottoposto a screening 75.716 bambini e ne abbiamo ospitato 59 per interventi chirurgici complessi al Policlinico di Modena, principalmente di carattere urologico e tutti con esiti positivi. Recentemente sono aumentate le segnalazioni di patologie oculistiche, e questa nuova dotazione potrà rendere più efficace il nostro obiettivo di prevenzione, diagnosi e cura per i minori del popolo Saharawi, con lo stesso impegno che Avis ci ha riconosciuto e che Fabio Campioli ci ha lasciato in eredità”.