Modena, Soundtracks al Festival Filosofia con “Lo Sconosciuto”


Musicisti allievi di Soundtracks al Centro musica e artisti ospiti (Cabeki), sonorizzano live una pellicola di culto: “Lo Sconosciuto” di Tod Browning (1927). Sabato 14 settembre alle 21, nel Chiostro di Palazzo Santa Margherita, in corso Canalgrande 103 a Modena, tornano, a ingresso libero nel programma creativo di Festivalfilosofia, le sonorizzazioni dal vivo di “Soundtracks – Musica da Film”, laboratorio curato da Corrado Nuccini dei Giardini di Mirò e promosso da Centro Musica Modena – Progetto Sonda e Associazione culturale Muse, con contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e Regione Emilia-Romagna, in partnership con il Museo Nazionale del Cinema di Torino.

Il film proiettato è “Lo Sconosciuto” di Tod Browning (1927). Storia d’amore a tinte scure, racconta la storia di Alonzo, circense privo di entrambe le braccia, e del suo amore per la bella Nanon. Alonzo ha una doppia identità, un segreto che finirà per portarlo alla rovina. Pellicola poco apprezzata ai tempi dell’uscita, a lungo considerata un’opera a fronte dei più noti “Dracula” e “Freaks”, è stata rivalutata dalla critica anche grazie alla magistrale interpretazione di Lon Chaney (Alonzo).

A sonorizzare la pellicola, oltre agli allievi di Soundtracks 2019 (Hyperflower, Party Animal, Enrico Pasini) ci sarà anche Cabeki, progetto strumentale del veronese Andrea Faccioli, già chitarrista di Baustelle, Le Luci della Centrale Elettrica e Cisco. Come Cabeki ha pubblicato tre album (“Il montaggio delle attrazioni”, “Una macchina celibe” e “Non ce la farai, sono feroci come bestie selvagge”) e ha realizzato, fra le altre, la sonorizzazione del film “Umanità” di Elvira Giallanella (Liana Films, 1919).

“Soundtracks – Musica da Film”, è il laboratorio aperto a tutti i musicisti under 35 residenti in Regione Emilia-Romagna, interessati all’integrazione suono/immagine. Il progetto si è sviluppato in una serie di workshop e masterclass tra marzo a maggio 2019, in un percorso formativo culminato nel lavoro in residenza artistica con Stefano Pilia, chitarrista di Massimo Volume, Afterhours, Rokia Traoré.

Informazioni al Centro Musica_71Music Hub tel. 059 2034810; informazioni on line (www.musicplus.it e www.comune.modena.it).