A Reggio Emilia al via l’apertura del nuovo anno scolastico per i nidi e scuole d’infanzia del Comune


Si aprirà lunedì 2 settembre il nuovo anno scolastico per i circa 4000 bambini che frequentano i nidi e le scuole d’infanzia del Comune di Reggio.

“Le nostre scuole sono pronte a ripartire ed accogliere al meglio i bambini per questo nuovo anno scolastico – dice l’assessore all’Educazione Raffaella Curioni – Il personale è al completo e in grado di accudire adeguatamente fin dal primo giorno i bambini. Lo staff comprende 416 persone di ruolo, ovvero a tempo indeterminato, di cui 380 tra insegnanti, educatori, ausiliari, 27 amministrativi e 9 pedagogiste. A questi si aggiungono 150 dipendenti a tempo determinato (insegnanti, educatori, personale ausiliario) e 20 persone dedicate al servizio di tempo lungo. Come sempre la completezza del nostro personale è oggetto di massima attenzione da parte dell’Amministrazione, tant’è che rispetto alle procedure concorsuali realizzate negli ultimi anni le categorie legate al mondo dell’educazione hanno sempre avuto priorità di reclutamento rispetto ad altri settori. Questo perché la qualità del nostro sistema educativo – un aspetto sul quale non intendiamo arretrare – passa anche dalla possibilità di garantire ai bambini un ambiente educativo adeguatamente strutturato e dimensionato”.

Le persone che in questo giorni hanno lamentato la mancata possibilità di reclutamento per sostituzioni – nel ruolo di ausiliari – nelle scuole non sono purtroppo iscritte nelle liste redatte dal Centro per l’impiego per questo tipo di incarichi, liste da cui l’Istituzione nidi e scuole d’infanzia del Comune attinge in caso di necessità di sostituzione temporanea del personale ausiliario. Modalità, tempi e requisiti per la formazione di tali liste sono di assoluta ed esclusiva competenza del Centro per l’Impiego, che è l’unico soggetto pubblico titolato, in grado e competente a rendere tali informazione in merito, e a cui gli interessati devono fare riferimento.

Allo stato attuale, per l’Istituzione non è in alcun modo possibile stipulare alcuna forma contrattuale con tali persone poiché per la chiamata di ausiliari non sono previste, per legge, modalità altre di reclutamento rispetto alle liste del Centro per l’impiego.

Rispetto alle strutture scolastiche, tutti gli edifici sono pronti per riaccogliere i bambini. La pausa estiva è stata occasione per svolgere alcuni interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria che hanno riguardato 20 strutture comunali, convenzionate e statali per un investimento complessivo di circa 1 milione di euro. Tra gli interventi più significativi quelli ai nidi Panda, Cervi, Faber, Haikù. I lavori programmati per le scuole La Villetta e Iqbal Masih, come già comunicato alle famiglie, sono in corso di realizzazione.