Piantagione di cannabis in casa: 48enne finisce in manette a Gattatico


Oltre 2,5 kg di marijuana già essiccata, 17 piante di cannabis indica, un essiccatore, lampade, timer e fertilizzanti utilizzati per la coltivazione e la crescita delle piante, oltre a 1.500 euro in contanti ritenuti provento dell’attività di spaccio. Questo quanto rinvenuto dai Carabinieri di Gattatico quando ieri mattina si sono presentati alla porta di un 48enne del luogo. Un’operazione conclusa in pochi giorni.

I militari della locale Stazione, infatti, erano sulle tracce un uno spacciatore che pare stesse smerciando marijuana a giovani del luogo. Grazie ad alcuni servizi mirati, i sospetti dei Carabinieri si sono concentrati verso un uomo, abitante in paese, già noto per i suoi pregressi delinquenziali. La perquisizione domiciliare ha allontanato ogni dubbio. In casa l’uomo aveva allestito l’intera filiera per la produzione della marijuana: dalle piante ancora in fase di crescita a quelle già mature, fino all’essiccamento ed al confezionamento dello stupefacente, il tutto contornato da concimi e stimolanti per vegetali oltre a tutto l’occorrente per la coltivazione in luoghi chiusi. Dinanzi a tali evidenze, quindi, ai Carabinieri di Gattatico non è rimasto altro da fare che sequestrare tutto quanto rinvenuto ed accompagnare in caserma il 48enne il quale, al termine delle rituali formalità, è stato dichiarato in arresto per il reato di produzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Accusa dalla quale dovrà difendersi oggi, nel corso del rito direttissimo che si terrà in Tribunale.