Un’altra giovanissima alla Canovi Coperture: arriva Martina Ghezzi


La Canovi Coperture Sassuolo continua a muoversi sulla linea young! Dopo Serena Scognamillo, libero classe 2001 annunciata nei giorni scorsi, si prepara a vestire la maglia neroverde anche la diciottenne Martina Ghezzi.

Schiacciatrice di 182 cm, Martina inizia a muovere i primi passi nel mondo della pallavolo a 7 anni a Novate Milanese; passa poi alla Pro Patria ed alla Atletica Amatori Orago per poi approdare, nel 2016, al Volleyrò Casal de Pazzi, impegnata nei campionati giovanili di Eccellenza e nei campionati nazionali di Serie B2 prima e B1 poi. A Roma Martina vince tre scudetti consecutivi nella categoria Under 18, ultimo dei quali lo scorso giugno a Vibo Valentia.

Nei giorni scorsi abbiamo raggiunto telefonicamente Martina e queste sono state le sue prime parole da giocatrice della Canovi Coperture Sassuolo: “Dopo aver concluso il mio percorso giovanile, ho ricevuto molte proposte e le ho vagliate per capire quale potesse essere la migliore per me: ho quindi deciso di venire qui a Sassuolo perché il progetto giovani che la Società porta avanti mi è sembrato subito molto interessante. Poi ho avuto modo di parlare con coach Barbolini e anche in questo caso la prima impressione è stata ottima e quindi mi sono decisa. Quello che mi piace di Sassuolo è che sarà sì un ambiente da “grandi” e quindi molto diverso dal mondo giovanile, ma sarà comunque una squadra giovane”.

“Nella prossima stagione – continua Martina – spero di poter imparare e migliorare tanto! La A2 è per me un campionato completamente nuovo: è un’opportunità importante e spero di poter dare sempre il mio contributo. Mi auguro possa davvero essere una bella esperienza”.

A Sassuolo, Martina ritroverà Serena Scognamillo, con cui ha condiviso tutta la sua esperienza al Volleyrò: “Ovviamente sono molto contenta di questa cosa! È stata un po’ una casualità in realtà: finito il nostro percorso a Roma speravamo di poter continuare a giocare insieme, ma non era comunque una cosa scontata, perché ognuna aveva le sue esigenze. Quindi quando ad entrambe è arrivata la proposta di Sassuolo, l’abbiamo colta al balzo”.