Pusher arrestato dai carabinieri a Reggio Emilia. Doveva già scontare un anno per furto


È stato fermato con quasi trenta grammi di eroina un tunisino 32enne, già ricercato a Bolzano perché condannato ad oltre un anno per furto. Domenica sera i Carabinieri reggiani della Sezione Operativa del N.O.R. hanno avviato uno specifico servizio finalizzato ad individuare uno spacciatore che da qualche tempo stava operando nel quartiere San Croce di Reggio Emilia. Notato un giovane del tutto rispondente a quello da loro attenzionato è scattato il blitz.

I sospetti dei militari si sono concretizzati nel momento in cui dalle tasche dello straniero sono spuntati 34 involucri contenenti complessivamente quasi 30 grammi di eroina, oltre al materiale necessario per il confezionamento della droga. Indubbie le finalità di spaccio dello stupefacente detenuto. Attesa la flagranza di reato, quindi, l’uomo è stato accompagnato in caserma per l’esatta identificazione, grazie alla quale è è emerso che nei suoi confronti era ancora pendente ordine di esecuzione perché condannato dal Tribunale di Bolzano alla pena di 1 anno 1 mese e 19 giorni di reclusione per un furto commesso in quella provincia. Conclusi gli accertamenti, quindi, lo straniero è stato associato alla Casa Circondariale di Reggio Emilia ove rimarrà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.