Martinelli Ettore Srl, salta l’incontro in Comune. Lavoratori in presidio davanti all’azienda


“L’atteso incontro in Comune, con Regione, Azienda e Fiom-Cgil, che si sarebbe dovuto tenere questa mattina nei locali di Via Fenuzzi a Sassuolo, è saltato ed i lavoratori della Martinelli Ettore Srl hanno deciso di protestare davanti ai cancelli dell’azienda” lo comunica con una nota Fiom/Cgil Sassuolo.

“L’incontro – aggiunge Fiom/Cgil Sassuolo – è stato annullato a causa dell’indisponibilità comunicata dalla proprietà per sopraggiunti impegni personali dell’amministratore delegato, che speriamo non siano, come da voci che circolano insistentemente, legati ad impegni vacanzieri, cosa che dimostrerebbe l’ulteriore disinteresse per le sorti dei lavoratori, disinteresse che sta travalicando i confini della decenza”.

“I lavoratori a fronte del mancato incontro hanno protestato sotto la sede della Martinelli Ettore Srl (foto) per chiedere il rispetto dei loro diritti, il pagamento delle retribuzioni e immediata chiarezza sul loro futuro lavorativo visto l’attuale fermo produttivo. Ricordiamo che ad oggi sono ancora in forza circa venti lavoratori, ma la vicenda coinvolge più di cinquanta persone in quanto anche coloro che si sono ricollocati dopo l’aggravarsi della crisi aziendale devono ancora recuperare i loro crediti nei confronti della Martinelli Ettore Srl.

E’ inammissibile il disinteresse che regna da parte del gruppo dirigente della Martinelli Ettore Srl in merito alle sorti di lavoratori che vantano anzianità aziendali anche di 30-40 anni e che hanno portato in questi decenni l’azienda ad essere leader nella progettazione e costruzione di stampi e presse per ceramica – aggiunge il sindacato.

La Fiom-Cgil, in continuo contatto con le istituzioni, ha ricevuto in mattinata la notizia di un possibile recupero dell’incontro nella giornata di giovedì 18 luglio in Provincia a Modena, mentre non si ha ancora nessun chiarimento da parte della Martinelli Ettore Srl rispetto ai pagamenti delle mensilità di maggio e giugno.

A questo punto nella giornata di giovedì la proprietà dovrà una volta per tutte chiarire le sue intenzioni, proprietà alla quale la Fiom-Cgil ed i lavoratori chiedono rispetto ed immediato pagamento di tutte le retribuzioni arretrate.
Ad oggi – conclude Fiom/Cgil Sassuolo – la responsabilità sociale d’impresa nel caso della Martinelli Ettore Srl di Sassuolo resta un mero concetto nell’art.41 della Costituzione italiana”.