Presentata a Modena la Fondazione Banco San Geminiano e San Prospero


Si è svolta ieri a Modena, presso la Sede di Banco Bpm in via Mondatora, alla presenza di Carlo Fratta Pasini, Presidente di Banco Bpm, la presentazione della Fondazione Banco San Geminiano e San Prospero (BSGSP), un ente territoriale no profit destinato a realizzare, sostenere e promuovere attività di interesse generale con finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale nei territori presidiati dalla Direzione Territoriale Emilia Adriatica di Banco Bpm. Presente all’evento anche Claudio Rangoni Machiavelli, che in qualità di Presidente della neonata Fondazione ne ha presentato le istanze e introdotto l’iniziativa “Premi di Laurea magistrale Banco Bpm”, due borse di studio consegnate a giovani neolaureati modenesi dal Rettore di Unimore, Angelo O. Andrisano.

La Fondazione Banco San Geminiano e San Prospero Su delibera del Consiglio di Amministrazione di Banco Bpm, nasce a Modena la Fondazione BSGSP che, in continuità con l’attenzione riservata dal gruppo bancario ai territori e alle diverse realtà che ne costituiscono il profilo identitario, si propone di sostenere iniziative nei settori dell’istruzione, dell’assistenza sociale e sanitaria, della cultura, del culto, della ricerca scientifica, del patrimonio artistico, storico e architettonico. Componenti del Consiglio di amministrazione della Fondazione sono rappresentanti di spicco del territorio emiliano romagnolo. Insieme al Presidente Rangoni Machiavelli sono stati nominati il Vice presidente Paolo Ferrari, i Consiglieri Corrado Baldini, Massimiliano Magagnoli, Valentina Rubertelli, e infine Costanza Torricelli e Stefano Bolis rispettivamente Consigliere di amministrazione e responsabile Direzione Territoriale Emilia Adriatica di Banco Bpm. Componenti del Collegio dei revisori della Fondazione sono Angelo Zanetti, Agata Pizzoli e Stefano Zanardi. Gli stessi rimarranno in carica fino all’approvazione del bilancio relativo all’esercizio 2021.

«Per Banco Bpm sostenere il tessuto sociale del Paese è un preciso impegno che si realizza attraverso diversi ambiti di intervento – ha dichiarato il Presidente di Banco Bpm, Carlo Fratta Pasini ringraziando il Rettore e tutti le autorità presenti -. Tale impegno è riportato anche dallo Statuto che prevede la possibilità di devolvere una quota dell’utile netto a finalità di assistenza, beneficenza e pubblico interesse nei territori di maggior presenza. Proprio per meglio adempiere a questa istanza abbiamo deciso di aggiungere all’ultraventennale sostegno alla Fondazione di Culto BSGSP, costituita al momento dell’entrata della banca modenese-reggiana nel nostro gruppo, una nuova Fondazione, di natura ordinaria, che possa supportare le esigenze e le iniziative sociali e culturali del territorio servito dalla Direzione Territoriale Emilia Adriatica».

«Come Presidente della Fondazione BSGSP, porto i saluti di tutti i suoi componenti – ha commentato Claudio Rangoni Machiavelli -. La sua nascita è un momento significativo poiché, pur non essendo mancato in questi anni il sostegno da parte della Banca a tante iniziative di pubblico interesse, ben rappresenta la volontà di continuare ad essere con crescente dedizione un punto di riferimento per la comunità del territorio».

I “Premi di laurea magistrale Banco Bpm” 3^ edizione.

Istruzione e ricerca saranno un ambito di intervento importante per la Fondazione BSGSP: di qui l’idea di consegnare nello stesso giorno i “Premi di Laurea magistrale Banco Bpm”, giunti alla 3^ edizione, a due studenti neolaureati dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, Dipartimento di Economia Marco Biagi.

«Il premio che anche quest’anno Banco Bpm consegna a due neolaureati Unimore ritenuti particolarmente meritevoli – commenta il Rettore Unimore, Angelo O. Andrisano – mi rende orgoglioso per la preparazione dimostrata dai nostri studenti, ma anche riconoscente nei confronti di un gruppo bancario che mostra sempre grande interesse nel sostenere i giovani più qualificati».

Le due borse di studio, il cui bando è stato istituito da Unimore e sostenuto dalla Banca tramite un’erogazione liberale, ammontano a 2000 euro l’una e premiano studenti particolarmente meritevoli che hanno concluso il loro percorso di studi presso il Dipartimento di Economia Marco Biagi tra il luglio 2018 e l’aprile scorso, con una tesi di laurea su temi di economia bancaria e finanziaria. Beatrice Bertelli è stata premiata per la sua tesi dal titolo “Un approccio econometrico alla generazione di scenari finanziari per un problema di portafoglio”. Augusto Farina ha invece presentato la tesi “Deterioramento della qualità del credito e rettifiche di valore: un’analisi del sistema bancario europeo”. Entrambi classe 94, modenesi, hanno conseguito in corso e con il massimo dei voti la Laurea magistrale in Analisi, consulenza e gestione finanziaria presso Unimore.

Presente anche Costanza Torricelli, professoressa ordinaria di Metodi matematici dell’economia e delle scienze attuariali e finanziarie per il Dipartimento di Economia dell’Università e Consigliere di amministrazione di Banco BPM che ha seguito e illustrato l’iniziativa, e che, insieme a Stefano Bolis ha fatto parte del Comitato Scientifico per la selezione dei vincitori.

(Nelle foto, in alto: alcuni componenti della neonata Fondazione, in basso premiazione Bertelli e Farina)