Approvato il progetto esecutivo del quarto stralcio dell’Energy Performance Contract (EPC).


È stato approvato dalla Giunta del Comune di Formigine il progetto esecutivo del quarto stralcio dell’Energy Performance Contract (EPC). In particolare, all’interno di questo progetto, trovano completa e definitiva articolazione i quasi 6400 punti luce a led di ultima generazione, tra cui le oltre 440 lampade ex Enel, attualmente collocate in prevalenza lungo le strade limitrofe al centro storico. I lavori di sostituzione, che dovrebbero ultimarsi entro la fine dell’anno, vedranno impegnate già dai prossimi giorni numerose squadre sull’intero territorio comunale.

Il contratto di prestazione energetica è una formula innovativa di esecuzione di servizi pubblici, attraverso la quale l’amministrazione comunale ha affidato a un soggetto privato l’intera riqualificazione delle infrastrutture di pubblica illuminazione, ottenendo al contempo numerosi vantaggi, tra cui un sensibile risparmio economico, a beneficio delle casse comunali, e la messa in opera di circa di 30 chilometri di fibra ottica che, oltre a collegare le telecamere e i varchi, consentono di fornire servizi Internet ad alta velocità agli edifici scolastici e ai principali edifici comunali. Ma il vero obiettivo è la riduzione di CO2 immessa in atmosfera. È stato infatti calcolato che il passaggio completo consentirà un risparmio annuale di 1001 tonnellate.

Sono infine già operativi due dei sei pannelli a messaggio variabile, collocati all’ingresso del capoluogo e delle frazioni, lungo le principali arterie di comunicazione, che verranno utilizzati per informazioni alla popolazione, tra cui le eventuali emergenze di Protezione Civile. “Questo approccio – commenta il sindaco Maria Costi – ha consentito, con un unico contratto, di ottenere diversi vantaggi, tra cui quello che Formigine raggiungerà in anticipo, in materia di emissioni di CO2, gli obiettivi dell’Agenda ONU 2030”.