Truffa al “contrario” scoperta dai carabinieri di Toano


L’inserzione su un noto sito di vendite on line di un paio di scarpe da cui ricavare un po’ di soldi, l’inesperienza nel ricevere denaro virtualmente e la spregiudicatezza di due giovani truffatori sono gli elementi di una brutta storia che ha visto un giovane toanese rimetterci una consistente somma di denaro. A mettere ordine all’intricata vicenda è toccato ai Carabinieri della Stazione di Toano a cui il giovane si è rivolto quando si è reso conto di essere stato truffato.

Siamo ai primi di maggio quando il giovane di Toano decide di disfarsi di un paio di scarpe che non usa più. Inserito l’annuncio, ben presto viene contattato da uno sconosciuto che usa un nome di fantasia il quale, dimostratosi interessato all’affare, suggerisce al venditore di recarsi presso uno sportello bancomat affinché possa trasferire la somma pattuita sulla sua PostaPay tramite una nuova e più pratica procedura telematica. Dinanzi allo sportello il toanese contatta di nuovo il finto acquirente che, guidandolo nelle operazioni, invece di effettuare il pagamento lo raggira riuscendo a farsi accreditare sulla sua carta di credito la somma di oltre 1.200 euro, interrompendo poi la conversazione. Vani i tentativi successivi di ricontattarlo per farsi restituire il denaro.

Raccolta la denuncia i militari della Stazione di Toano hanno avviato un serie di accertamenti che, attraverso il numero della carta su cui è stato indebitamente trasferito il denaro e le utenze cellulari utilizzate durante le conversazioni, hanno consentito l’identificazione di un giovane bresciano il quale aveva organizzato la truffa al “contrario” insieme ad un coetaneo residente a Milano. Chiuse ieri le indagini e ricostruita l’intera vicenda, i Carabinieri della Stazione di Toano hanno provveduto quindi alla segnalazione dei due alla Procura della Repubblica di Reggio Emilia, dinanzi alla quale i due dovranno ora rispondere del reato di truffa in concorso.