Parte la navetta per il collegamento tra la Pietra di Bismantova e il centro di Castelnovo


Prende il via domenica 23 giugno, per proseguire fino al 30 settembre 2019, un nuovo servizio di trasporto pubblico a Castelnovo Monti, che rappresenta il primo passo per rafforzare il collegamento tra la Pietra di Bismantova, il principale monumento naturalistico ed elemento turistico dell’Appennino, e il centro del paese, con la sua importante rete commerciale, ricettiva e di servizi.

Un nuovo servizio attivato dall’Unione dei Comuni dell’Appennino Reggiano, in collaborazione con Agenzia per la Mobilità di Reggio Emilia, che rientra tra le iniziative previste nella Strategia Nazionale Aree Interne per l’Appennino reggiano, sul tema della valorizzazione turistica del territorio. La nuova navetta, denominata “Bismantino”, giocando sul toponimo dialettale “Bismantuìn”, usato per definire qualcosa di strettamente legato alla Pietra e alla zona di Bismantova, attraverserà il centro abitato, dove sono state istituite diverse fermate concordate tra il Comune, il Tavolo di Lavoro sulla Pietra di Bismantova (che comprende gli Enti e tutti gli operatori e Associazioni che operano a Bismantova, la Parrocchia, i Carabinieri forestali, la Polizia Locale dell’Unione) e i referenti dei Commercianti.

La linea prevede la prima partenza da piazzale Vittime di Roncroffio alle ore 9.00 e l’ultima partenza da piazzale Dante alle ore 19.00, con fermate intermedie: via Roma (in prossimità dei giardini di Bagnolo), piazza Gramsci, via Roma (in prossimità del Teatro Bismantova).
Il servizio inizierà domenica 23 giugno e proseguirà per tutti i sabati e le domeniche fino al 30 settembre 2019. Contestualmente all’attivazione del servizio, saranno introdotte alcune variazioni nelle modalità di parcheggio in piazzale Dante, alle pendici della Pietra. Il parcheggio sarà a pagamento, dal 23 giugno al 30 settembre (1 euro per un’ora di parcheggio, 3 euro per mezza giornata, 5 euro la giornata intera): i proventi saranno destinati a migliorare la cura, la manutenzione e la pulizia della Pietra.

“Queste innovazioni – spiega l’Assessore Chiara Borghi – sono frutto di un lungo lavoro, al quale ha contribuito molto anche Sabrina Fiori, che ringrazio, con le associazioni e i tanti soggetti coinvolti. Tali innovazioni sono nate dalla necessità di trovare una soluzione al traffico molto intenso di mezzi in piazzale Dante e lungo la strada di accesso, in un luogo che è, comunque, delicato e necessita di particolare attenzione. Parliamo del cuore del Parco nazionale dell’Appennino e dell’area Mab Unesco. Questa situazione, va detto, è legata a un aumento dell’afflusso turistico che negli ultimi anni alla Pietra è stato esponenziale, grazie alle attività legate all’ambiente, allo sport, alla cultura, presenti quasi tutto l’anno. Abbiamo, quindi, deciso di aumentare i servizi, con questa nuova navetta, ma anche le manutenzioni ordinarie e straordinarie di tutta la zona limitrofa.

L’altro aspetto importante è che questo nuovo servizio permette anche un collegamento più forte tra la Pietra, il centro di Castelnovo e l’area del commercio: riteniamo che questo rappresenti una grande opportunità sia per il centro sia per i turisti che arrivano e che possono scoprire e apprezzare i negozi, i bar, i ristoranti, i servizi del paese, che ne rappresentano un’enorme ricchezza che merita la massima attenzione.

Oltre alla Pietra, intendiamo estendere questo nuovo collegamento anche alle frazioni: per questo la navetta, tutti i lunedì mattina dal 24 giugno, sempre fino al termine del 30 settembre, compirà un tragitto tra il capoluogo e le principali frazioni per dare l’opportunità ai cittadini di frequentare il mercato settimanale. Le navette toccheranno le località di Carnola, Ginepreto, Vologno, Maro, Casale, Campolungo, Burano, Frascaro, Virola, Cà del Cavo, Quarqua, Cà di Magnano e Croce. Questi 3 mesi saranno sperimentali, quindi, il servizio, in caso di necessità, potrà essere oggetto di adattamenti alle esigenze che si manifesteranno”.